Serie B. Nuova rimonta del Frosinone che con prepotenza si riprende la vetta della classifica con Perugia e Carpi

Views

Il Frosinone batte il forte Bari e si prende con la prepotenza la testa della classifica in comproprietà con Carpi e Perugia. Non era facile battere questo Bari che veniva da due sconfitte consecutive patite ad opera dell’Empoli fuori casa e del Venezia al San Nicola, non era facile per di più perché il Frosinone da inizio anno, Coppa Italia compresa, è costretto a giocare tutte le sue partite, comprese quelle che sulla carta sarebbero in casa, lontano dal capoluogo ciociaro per l’indisponibilità del nuovo stadio “Benito Stirpe” ormai prossimo all’inaugurazione. Bella partita quella vista sul campo neutro di Avellino davanti a circa 2000 spettatori di cui 400 ospiti. Sembra iniziare subito in discesa la gara per i frusinati visto che al 5° minuto del primo tempo, il rientrante Cassani, che nell’occasione era stato preferito all’ex Frosinone Fiamozzi, fatto accomodare in panchina, in pressione su un cross dalla destra di Ciano, indirizzato al compagno Sammarco incorna e sigla il più classico degli autogol. Subito 1-0, ma il Bari è vivo ed in 14 minuti ribalta il risultato grazie alla doppietta di Improta. Al 15° l’attaccante barese anticipa la difesa del Frosinone con un tocco di punta che supera Bardi mentre al 29°, sempre l’attaccante barese trasforma un calcio di rigore concesso dall’arbitro per l’atterramento di Tello da parte del portiere del Frosinone che nell’occasione si prende anche il cartellino giallo. Un uno-due che abbatterebbe chiunque, ma il Frosinone mostra subito la sua forza. Giusto il tempo di permettere alla lancetta dell’orologio di completare un giro, ed il Frosinone pareggia. Tiro da fuori di Maiello, respinge con difficoltà Micai ed il capitano gialloazzurro Daniel Ciofani è lesto a mettere in rete, siglando il suo terzo gol consecutivo in questo campionato. Il primo tempo termina sul risultato di 2-2. La ripresa scorre tutto sommato in equilibrio tra le due squadre, almeno fino al 71° quando Ciano, ancora lui, prova un tiro dal limite dell’area avversaria, Micai respinge ancora una volta in modo non impeccabile, Ciofani prova a battere a rete, ma la palla viene deviata e finisce sui piedi di Sammarco che non sbaglia e sigla il 3-2 su cui si chiuderà la partita, nonostante una bellissima conclusione del nuovo entrato Cissè, neutralizzata con bravura da Bardi e la palla del possibile 4-2 respinta questa volta in modo magistrale da Micai su conclusione quasi a botta sicura di Citro. Sembrano eccessivi i 5 minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Da rivedere proprio negli ultimi istanti di questo corposo recupero, un fallo da ultimo uomo non fischiato su Citro, lanciato verso la porta avversaria. Torna dunque alla vittoria il Frosinone e come era avvenuto a Pescara una settimana fa quando era stato scippato di una vittoria che in realtà era riuscito ad ottenere con il gol del 3-4, inspiegabilmente annullato a Ciofani, anche oggi si prende punti pesantissimi al termine di una rimonta che denota carattere e determinatezza. Prima dell’esordio nel suo nuovo stadio, previsto a quanto pare nel posticipo del 2 ottobre contro la Cremonese, il Frosinone dovrà affrontare ancora due viaggi in soli sette giorni. Martedì farà visita ad un arrabbiatissimo Ascoli alla disperata ricerca di punti, mentre sabato prossimo sarà di scena al Curi di Perugia contro quella che ad oggi proprio insieme al Frosinone ed al Carpi, in quello che sembra il remake dei play-off della scorsa stagione, occupa la prima posizione in classifica.

GB

Foto: frosinone calcio

Serie B. Nuova rimonta del Frosinone che con prepotenza si riprende la vetta della classifica con Perugia e Carpi

PRP Channel, Sport |