Al Salone dei Pagamenti 2018 le startup sono protagoniste Fintech goes to Italy

Views

L’ecosistema delle aziende innovative del Fintech sarà protagonista al Salone dei Pagamenti 2018, l’evento promosso da ABI-Associazione Bancaria Italiana e organizzato da ABIServizi che si volgerà dal 7 al 9 novembre al MiCo-Milano Congressi di Milano. L’iniziativa, novità assoluta del Salone, si chiama “Fintech goes to Italy” ed è stata realizzata grazie alla collaborazione con Fintech District (www.fintechdistrict.com): è la prima occasione strutturata per un’analisi e un confronto di respiro internazionale tra giovani aziende tecnologiche, banche, investitori. Obiettivo del Salone 2018 è infatti aprirsi con una proposta strutturata e attrattiva alla platea degli attori internazionali del settore.

Il Salone dei Pagamenti 2018 si propone come “incubatore temporaneo”, con uno spazio fisico dedicato – la Fintech Glass Room – che ospiterà startup e imprenditori del Fintech per un serrato programma di sessioni di dibattito e momenti di confronto, e dove per tre giorni il mondo del fintech avrà una casa in cui incontrarsi, confrontarsi, discutere, interagire con il mondo delle banche, dei circuiti di pagamento, dei servizi finanziari, con protagonisti italiani e internazionali. L’obiettivo è rafforzare il tessuto connettivo tra startup innovative, imprese e capitali, che può aiutare a produrre ulteriore innovazione. Tutte le attività di Fintech Goes to Italy si svolgeranno in lingua inglese, a conferma dello scenario internazionale cui l’iniziativa si rivolge.

«Fintech goes to Italy nasce dal desiderio di realizzare qualcosa di nuovo e unico nel panorama italiano. L’idea da cui siamo partiti è stata quella di guardare ai temi più interessanti nel contesto europeo, coinvolgendo nell’agenda anche attori internazionali di rilievo che potessero portare al Salone dei Pagamenti un punto di vista diverso sul mercato. Con “Fintech goes to Italy” si vuole dare risalto al ruolo dell’ecosistema e di tutti gli attori che ne fanno parte, sottolineando l’importanza del loro operato nel processo di innovazione. Se vogliamo far aumentare la competitività del nostro Paese è necessario, dal nostro punto di vista, che tutti gli operatori lavorino insieme per creare un ambiente pre-competitivo performante e in grado di favorire la nascita di nuove imprese e l’adozione di servizi finanziari a valore aggiunto da parte dei clienti», ha spiegato Alessandro Longoni, responsabile di Fintech District.

Grazie al contributo di esperti, imprenditori e manager del mondo finanziario internazionale e nazionale, “Fintech goes to Italy” sarà l’occasione per discutere le prospettive di crescita dell’ecosistema Fintech, insieme ai protagonisti di questo processo. Affrontando i temi strategici e cruciali delle giovani aziende tecnologiche: dall’accesso ai capitali all’integrazione e al dialogo tra Fintech e aziende tradizionali, fino alle vie per favorire e accompagnare l’internazionalizzazione.

Per le aziende presenti al Salone sarà l’occasione per conoscere le principali Fintech attive in Italia e le più interessanti iniziative degli operatori stranieri che guardano con interesse al mercato italiano. Ma, soprattutto, con “Fintech goes to Italy”, il Salone dei Pagamenti si conferma una realtà viva, un contenitore di idee in movimento: davvero “Il futuro passa da qui”, come efficacemente sottolinea il titolo dell’edizione 2018.

Al Salone dei Pagamenti 2018 le startup sono protagoniste Fintech goes to Italy