Sindacati di Leonardo di Grottaglie chiedono  chiarimenti a Di Maio: “perchè fondi solo a Leonardo di Pomigliano d’Arco?”

Views

I sindacati dei lavoratori dello stabilimento Leonardo di Grottaglie, in provincia di Taranto hanno scritto al ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio per ricevere alcune risposte, dopo la visita e soprattutto dopo le risorse stanziate a favore dello stabilimento Leonardo di Pomigliano D’Arco, in provincia di Napoli. Il ministro Di Mario ha subito interessato i suoi parlamentari pentastellati, interessati alla vicenda, i deputati del Movimento 5 Stelle Gianpaolo Cassese, Alessandra Ermellino e Giovanni Vianello che sulla vicenda hanno fatto un comunicato congiunto:”Da quando il ministro Di Maio ha annunciato lo sblocco del bando da un miliardo di euro a favore delle aziende del comparto aerospaziale, si sono alzate delle strumentali polemiche, che alcuni organi di stampa stanno alimentando, in relazione al presunto vantaggio concesso alle imprese campane nei confronti delle altre aziende del settore site in altre Regioni, come la Puglia. Le risorse stanziate in base alla legge 808 del 1985 infatti, sono destinate a tutte le imprese del settore operanti a livello nazionale, con particolare attenzione alle pmi, molto presenti, ad esempio, in Puglia. A breve organizzeremo un incontro anche con le parti sindacali dello stabilimento Leonardo di Grottaglie auspicando che nell’incontro ci si confronterà con uno spirito di apertura e condivisione, al netto di ogni eventuale strategia di sorta”. Intanto, scrive il Quotidiano di Taranto, è stato approvato dalla giunta regionale l’accordo di collaborazione tra Regione Puglia, Aeroporti di Puglia e Distretto Tecnologico Aerospaziale, per la promozione di nuove opportunità di investimento e la valorizzazione della filiera dell’Aerospazio in Puglia.

Così l’assessore allo Sviluppo della regione Puglia Borraccino in merito alla vicenda: ”nell’ambito della strategia di intervento per il ciclo di programmazione dei fondi comunitari 2014-2020, rivolge una particolare attenzione alle politiche di sostegno al rafforzamento della competitività del tessuto economico e imprenditoriale pugliese. In questo contesto si inserisce perfettamente la filiera dell’aerospazio in Puglia che intendiamo potenziare rafforzando le infrastrutture aeroportuali pugliesi, sviluppando attività promozionali per favorire ed attrarre investimenti e costruendo un portafoglio di offerta territoriale nel settore dell’aerospazio. Di qui nasce l’Accordo approvato in Giunta, propedeutico alla istituzione della fiera internazionale dell’aerospazio da tenere a Grottaglie, finalizzata ad aumentare la competitività, accrescere gli insediamenti produttivi ed elevare i livelli occupazionali della nostra regione”.

Sindacati di Leonardo di Grottaglie chiedono chiarimenti a Di Maio: “perchè fondi solo a Leonardo di Pomigliano d’Arco?”

ECONOMIA |