Programma F-35, a fine 2019 al via produzione massiva

Views

L’F-35  deve  superare i test operativi il mese prossimo – una pietra miliare importante che precede la decisione del Pentagono sull’opportunità di iniziare la produzione in maniera massiva del jet – ma ci sono già alcuni segnali che indicano che l’F35  potrebbe non essere in grado di completare i test in tempo.

Al riguardo l’F-35 Joint Program Office sta ancora valutando l’impatto della recente ispezione sull’intera flotta F-35 a causa dei tubi del carburante difettosi.

Il JPO, tuttavia, è  fiducioso che le riparazioni necessarie saranno fatte prima dei test operativi di  novembre.

Il Pentagono mira a concludere il test e la valutazione operativa iniziale, IOT & E, in programma a luglio 2019, nonostante un ritardo di due mesi dell’avvio dei test.

Quanto detto, secondo una presentazione del 14 settembre scorso  da parte del direttore dei test per l’F-35,  il colonnelo dell’ USAF  Varun Puri, riporta Defense News.

“La maggior parte degli F-35 ritorneranno alle attività di volo dopo aver risolto il problema del tubo del carburante”.

Per decretare la prontezza dell’F35 dovranno essere condotti altri test molto impegnativi.

La presentazione di Puri specifica una data, ovvero il 13 novembre  prossimo per iniziare il processo ufficiale di  IOT & E dell’F-35.

Il 13 novembre rimane la data  di partenza prevista “in attesa del completamento delle azioni di prontezza operativa”, ha dichiarato il portavoce dell’F-35 JPO, Joe Della Vedova.

La scorsa settimana è stata sospesa ogni attività per tutti gli F-35 americani e internazionali per consentire un’ispezione della flotta dei jet a causa di un tubo del carburante difettoso. Tale difetto è stato scoperto nell’inchiesta condotta dai Marine Corps in un incidente del F-35B del 28 settembre vicino al Marines Corp Air Station Beaufort in South Carolina.

Lunedì mattina, tuttavia, oltre l’80% dei circa 300 F-35 in servizio è tornato a volare e circa la metà dei jet interessati potrà essere riparato utilizzando le parti di ricambio già esistenti nelle supply chain.

Pratt & Whitney, che produce il motore F135 per tutte le varianti F-35, sta velocizzando le operazioni per fornire il materiale richiesto a tutti i centri di controllo sparsi nel mondo.

Il Joint Test Team dello Joint Strike Fighter, o JOTT, crede ancora di poter completare IOT &  E entro la  data di luglio 2019, ma solo “riducendo le ipotesi di re-fly e assumendo più rischi” – in parole povere -, abbassando le i test che dovranno essere ripetuti per completare il programma,  lasciando poco margine per le cancellazioni dei voli a causa di condizioni meteorologiche o di altri fattori esterni.

Nello “scenario peggiore”, il completamento dei test operativi potrebbe prolungarsi  fino a settembre 2019, il che potrebbe gravare sul budget del programma, ha detto il colonnello Puri, durante la presentazione.

I test operativi saranno eseguiti nel modo più rapido ed efficiente possibile, garantendo nel contempo l’adeguatezza del test, con valutazioni continue dei progressi verso obiettivi di test basati sui dati raccolti”, ha detto Della Vedova.

Inizialmente, il periodo IOT & E formale doveva iniziare il 15 settembre, ma è stato rinviato a due mesi per consentire la consegna dell’ultima versione del software, denominata 30R02.03. Robert Behler, direttore del test operativo e della valutazione (DOT & E), ha affermato in una nota di agosto che il nuovo software era necessario per correggere le carenze con il sistema dell’infrastruttura Air-to-Air F-35, che consentirà ai tester di valutare il getto del Jet, durante i test a distanza.

Le attività preliminari di IOT & E sono iniziate all’inizio di quest’anno e includevano due missioni contro minacce di fascia bassa, test per il freddo e una valutazione di supporto a distanza ravvicinata.

All’inizio di questo mese, il principale funzionario dell’acquisizione del Dipartimento della Difesa – Ellen Lord, sottosegretario della difesa per l’acquisizione e il mantenimento – ha certificato che l’F-35 era pronto per iniziare IOT & E, in concomitanza con la raccomandazione dell’ufficio del programma congiunto F-35 di iniziare i test a metà Novembre, ha detto il suo portavoce il tenente colonnello Mike Andrews in una dichiarazione. La decisione è stata presa dopo una revisione della disponibilità operativa del 2 ottobre.

Attualmente, il Dipartimento della Difesa è pronto a prendere una decisione sulla produzione a tariffa piena entro la fine del 2019, ma le attività IOT & E dovranno essere completate il prima possibile.

Programma F-35, a fine 2019 al via produzione massiva

ECONOMIA, EVIDENZA 4 |