I trafficanti umanitari di Mediterranea, l’ONG del pregiudicato Casarini, dopo avere rifiutato Malta, si accingono a violare le acque italiane. A questo proposito interviene l’ammiraglio Nicola De Felice, ufficiale della Marina Militare in posizione di ausiliaria che invita la forza armata del Mare  ad intervenire con diritto di visita, arresto del comandante e dell’equipaggio, sequestro […]

Read more

(di Andrea Pinto) Carola Rackete è libera, le motivazioni sono riportate a pagina 9 dell’ordinanza: “Ha scelto di fare rotta su Lampedusa e non su altri porti, dove avrebbero potuto essere sbarcati i migranti. Scrive il gip: “Venivano, altresì, esclusi i porti di Malta, perché più distanti, e Quelli tunisini, perché secondo la stessa valutazione […]

Read more

Il gip di Agrigento, Alessandra Vella, non ha convalidato l’arresto della comandante della Sea Watch, Carola Rackete, escludendo il reato di resistenza e violenza a nave da guerra e ritenendo che il reato di resistenza a pubblico ufficiale sia stato giustificato da una «scriminante» legata all’avere agito «all’adempimento di un dovere», quello di salvare vite […]

Read more