Trump potrebbe dichiarare la Corea del Nord “sponsor del terrorismo”

Views

Sarah Sanders, portavoce della Casa Bianca, il presidente Usa Donald Trump annuncerà la prossima settimana se la Corea del Nord verrà inserita nella lista dei paesi sponsor del terrorismo. Secondo un funzionario della Casa bianca, anonimamente infatti, nei giorni scorsi ha affermato  che la Corea del Nord “chiaramente soddisfa i criteri” per essere messa nella lista nera, suggerendo che la decisione di Trump sarà un ulteriore colpo per Pyongyang.

I sostenitori della decisione, in particolare, hanno evidenziato il caso dello studente americano Otto Warmbier, morto dopo essere stato tenuto in prigionia dalla Corea del Nord per futili motivi e riconsegnato solo in coma agli Stati uniti, e le accuse di rapporti tra Pyongyang e i programmi di armamento della Siria e dell’Iran.

La mossa è ampiamente simbolica: gli Usa già applicano alla Corea del Nord dure sanzioni e restrizioni sui commerci e sugli aiuti. Ma potrebbe avere ripercussioni ulteriori sui tentativi di aprire a una soluzione diplomatica della crisi nordcoreana, auspicata soprattutto dalla Cina ma con cauti sostenitori anche negli Usa e persino nell’amministrazione.

La Corea del Nord era già nella lista nera dei paesi sponsor del terrorismo, ma nel 2008 l’allora presidente George W. Bush la depennò in uno sforzo per incoraggiare Pyongyang a smantellare parti del suo programma nucleare.

Trump potrebbe dichiarare la Corea del Nord “sponsor del terrorismo”