Violenza sessuale. A Roma cresce l’allarme immigrati

Views

Ormai è emergenza violenza sessuale a Roma. Negli ultimi giorni infatti dopo i due casi che hanno coinvolto il bengalese che si è finto infermiere e ha tentato di violentare una donna partoriente e un bengalese che ha molestato una donna al parco degli Acquedotti ieri sera poco dopo le 22:00, una donna di circa trent’anni ha sporto denuncia presso gli uffici della Polizia di Stato del Reparto Stazione Roma Termini contro un uomo che proprio nella zona della stazione ferroviaria, le avrebbe infilato una mano sotto la gonna, toccandola con decisione nelle parti intime e fuggendo dopo la sua reazione.
Le ricerche subito avviate all’interno della stazione e lungo le zone esterne, dal personale del Reparto e della Squadra di polizia giudiziaria compartimentale, coordinate dal Centro Operativo Compartimentale, si sono concluse circa un’ora dopo con l’individuazione di un uomo che stava dormendo a terra in Piazza dei Cinquecento, nei pressi della scalinata che dall’esterno porta all’area commerciale della stazione. L’uomo riconosciuto per la fisionomia e l’abbigliamento, perfettamente coincidenti alla dettagliata descrizione data dalla vittima, è risultato essere un cittadino tunisino di ventisette anni, pregiudicato e in Italia senza fissa dimora. Per lui
è subito scattato il fermo di polizia giudiziaria ed è stato quindi associato alla casa circondariale Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Foto: google

Violenza sessuale. A Roma cresce l’allarme immigrati