Vittoria mutilata: Al-Baghdadi già sostituito dall’iracheno Abdullah Qardash

Views

Appena un giorno dopo che gli Stati Uniti hanno annunciato l’uccisione del leader dello Stato islamico Abu Bakr al-Baghdadi, il gruppo militante sunnita lo ha sostituito con un ex ufficiale militare iracheno. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato domenica che al-Baghdadi, il califfo autoproclamato dello Stato islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS), è morto facendosi  esplodere. Secondo quanto riferito, lo ha fatto dopo essere stato messo alle strette dalle forze speciali  americane mentre era asserragliato  nel suo nascondiglio nel villaggio nord-occidentale di Barisha, che si trova nella provincia siriana di Idlib vicino al confine con la Turchia.
Dall’annuncio di domenica della Casa Bianca, l’ISIS è rimasto in silenzio. Ma una fonte di intelligence avrebbe riferito a Newsweek che il gruppo militante sunnita ha già nominato un nuovo leader poche ore dopo l’omicidio di al-Baghdadi. Il giornale di stampa americano ha citato un “funzionario dell’intelligence regionale” che ha chiesto “di non essere identificato”. Il funzionario ha detto che al-Baghdadi è stato sostituito con Abdullah Qardash, un ex ufficiale di alto rango nell’esercito iracheno, che ha prestato servizio sotto il defunto leader del paese Saddam Hussein. Il nome di Qardash è spesso scritto Karshesh in inglese, e in alcuni documenti viene anche chiamato Hajji Abdullah al-Afari, probabilmente il suo moniker ISIS.
Nell’agosto di quest’anno, secondo quanto riferito, al-Baghdadi ha nominato Qardash alla guida dell’ufficio per gli affari religiosi dell’ISIS, noto come “Affari musulmani”. Si ritiene che la nomina sia stata accettata ed è stata persino annunciata ad Amaq, l’agenzia di stampa semi-ufficiale del gruppo militante. Ma il nome di Qardash non è stato più menzionato nei successivi comunicati ISIS. Secondo Newsweek, l’ex ufficiale dell’esercito iracheno aveva già “assunto una serie di compiti da al-Baghdadi” prima della fine di quest’ultimo. L’anonimo ufficiale dell’intelligence regionale ha riferito al telegiornale che il ruolo di al-Baghdadi all’interno dell’ISIS è stato “ampiamente simbolico” negli ultimi mesi. Era “un prestanome e non era coinvolto nelle operazioni quotidiane. Tutto quello che ha fatto è stato dire sì o no, nessuna pianificazione ”, ha aggiunto il funzionario dell’intelligence.

Vittoria mutilata: Al-Baghdadi già sostituito dall’iracheno Abdullah Qardash