35 arrestati, 177 indagati e 37.000 identificati il bilancio della settimana della Polizia di Stato sui treni e nelle stazioni ferroviarie

Views

35 arrestati, 177 indagati e 37.000 identificati: è questo il bilancio dei controlli nell’ultima settimana della Polizia Ferroviaria. 3.788 le pattuglie impegnate in stazione e 998 a bordo treno, per un totale di 2.093 treni scortati. 251 servizi antiborseggio e 183 le sanzioni elevate. 27 i minori non accompagnati rintracciati e riaffidati alle famiglie o alle comunità; 52 i cittadini stranieri sorpresi in posizione irregolare.

Controlli intensificati anche grazie all’operazione “Alto Impatto”, che ha visto l’impiego di 355 operatori della Polizia Ferroviaria nelle 15 stazioni più importanti del territorio nazionale.

Dalla Lombardia al Veneto. Gli Agenti del Compartimento Polfer per la Lombardia e del Posto Polfer di Lodi, all’interno di un boschetto vicino alla stazione ferroviaria, ha arrestato un cittadino marocchino di 35 anni per spaccio di sostanza stupefacente. Inoltre, gli operatori Polfer hanno sottoposto a perquisizione l’appartamento dello spacciatore dove è rinvenuta altra droga e denaro.

Sempre a Milano, la Polizia Ferroviaria ha arrestato un marocchino di 19 anni, irregolare sul territorio nazionale e destinatario del divieto di dimora nel Comune di Milano, per furto e denunciato in stato di libertà perché trovato in possesso di uno smartphone, risultato rubato e di un martello frangivetro, atto ad offendere. Nei pressi della banchina degli autobus di linea diretti all’aeroporto, adiacente la stazione ferroviaria, l’uomo approfittando della calca creatasi dai turisti in attesa di ritirare i propri bagagli dal vano dell’autobus, con abile destrezza ha estratto una valigia per poi velocemente allontanarsi. Gli Agenti in servizio antiborseggio hanno bloccato subito l’azione delittuosa e lo hanno tratto in arresto.

Arrestato un corriere della droga dalla Polizia Ferroviaria di Venezia Mestre. L’uomo, appena sceso da un treno proveniente da Bologna, alla loro vista, palesando un certo nervosismo, ha invertito il senso di marcia, dando l’impressione di voler eludere il controllo. Insospettiti da tale atteggiamento, gli Agenti Polfer lo hanno fermato e accompagnato presso gli uffici di polizia dove i successivi accertamenti hanno consentito di riscontrare che l’uomo teneva occultati tra i propri indumenti 10 ovuli contenenti sostanza stupefacente, rivelatasi essere cocaina, per un peso di oltre un etto.

Dal Lazio alla Puglia. Gli Agenti Polfer, alla stazione di Roma Termini, hanno notato scendere da un treno alta velocità due uomini privi di bagagli, che si allontanavano frettolosamente. Li hanno seguiti fino ad un negozio “compro oro” sito nei pressi della stazione, all’interno del quale i due hanno consegnato al negoziante un gran quantitativo di oggetti. Gli Agenti a quel punto sono entrati nell’attività commerciale chiedendo spiegazioni al responsabile che ha mostrato quanto gli era stato appena consegnato, gioielli in oro per un valore complessivo di circa 8.500 euro. Nel corso del

controllo, uno di essi è stato trovato in possesso di 495 euro in banconote da 5. I due sono stati denunciati per ricettazione in concorso e tutti gli oggetti ed il denaro sequestrati.

A Napoli sono stati arrestati dalla Polfer otto malviventi, che costituivano una banda di borseggiatori organizzati e seriali in danno dei viaggiatori, italiani e stranieri, in arrivo o in partenza alla stazione della circumvesuviana di piazza Garibaldi. Due di loro, con mansioni di “registi” sono stati arrestati con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più delitti di furto aggravato e condotti in carcere, mentre gli altri 6 sono stati collocati agli arresti domiciliari.

A Foggia, infine, è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria un cittadino bulgaro di 22 anni, senza fissa dimora, per minacce aggravate dall’uso del coltello, danneggiamento, porto abusivo di armi e false generalità. L’uomo, di corporatura robusta, a dorso nudo, con un grosso coltello ha minacciato i passanti all’interno della stazione ferroviaria. Alla vista dei poliziotti, con mossa fulminea è scappato all’interno del bar dello scalo ferroviario, lanciando il coltello in un contenitore dei rifiuti. Gli Agenti sono riusciti ad avvicinarsi e a bloccarlo. All’interno dello zaino è stato trovato un chiodo arrugginito della lunghezza di 15 cm. Lo straniero era già stato arrestato per furto aggravato e per rapina e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Tra gli eventi della settimana ad Ancona, si è svolta l’ultima tappa 2019 del GiocaVolley S3 in sicurezza, l’iniziativa organizzata nell’ambito della campagna educativa ideata dalla Polizia Ferroviaria, l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e la Federazione Italiana Pallavolo. L’evento organizzato nel Pala Rossini ha visto la partecipazione di circa 3.000 ragazzi delle scuole elementari e medie di tutte le Marche. Gli operatori Polfer con il progetto “Train…to be cool”, hanno diffuso il messaggio di educazione alla legalità in maniera giocosa, trasmettendo ai giovani atleti i contenuti minimi della sicurezza ferroviaria attraverso filmati, giochi e quiz.

35 arrestati, 177 indagati e 37.000 identificati il bilancio della settimana della Polizia di Stato sui treni e nelle stazioni ferroviarie

CRONACHE |