Abi: le banche in prima linea sul tema della sicurezza informatica

Views

Cresce ancora di più l’attività di difesa del Mondo Bancario contro le frodi informatiche, in particolare negli ultimi mesi di crisi COVID.

L’Abi, con il supporto del CERTFin –l’iniziativa cooperativa pubblico-privata coordinata dall’Abi e dalla Banca d’Italia per innalzare la capacità di gestione dei rischi cibernetici degli operatori bancari e finanziari- continua a monitorare con grande attenzione l’evoluzione degli attacchi cibernetici rivolti al settore bancario e ai clienti di home banking.

Da un lato, sono state attivate una serie di iniziative volte a supportare gli operatori del settore finanziario e a rilevare nuove possibili minacce e sono stati organizzati seminari e riunioni, in modalità remota, per erogare informazioni e approfondimenti tecnologici sui fenomeni recentemente rilevati, con particolare riferimento alle campagne di phishing ed a tematiche inerenti la continuità operativa. Dall’altro, le banche hanno attivato campagne di sensibilizzazione rivolte ai dipendenti proprio per sollecitare l’attenzione sulle misure da adottare nel lavoro tra le mura domestiche.

La sicurezza informatica, tuttavia, passa anche attraverso la collaborazione dei clienti delle banche. 

Per questo motivo l’Abi promuove una guida sull’uso responsabile della tecnologia da parte della clientela, realizzata da Bancaria Editrice con il contributo di ABI Lab e di prestigiosi interlocutori quali Polizia di Stato e CERTFin, nella quale sono illustrate le regole base per tenere al sicuro i propri device (computer, tablet, smartphone) da sguardi indiscreti e alcune regole di sicurezza per non cadere nelle trappole più comuni.

Ecco alcuni semplici consigli per operare online in modo comodo e sicuro:

  • cambiare periodicamente la password dell’email, dei social network, dell’internet banking e dei siti per gli acquisti online;
  • accedere a Internet solo dal proprio computer, tablet o smartphone;
  • installare o aggiornare l’antivirus sul computer, tablet e smartphone;
  • contenere la diffusione delle informazioni personali online;
  • usare password diverse per siti diversi;
  • diffidare di qualunque richiesta di dati relativi a carte di pagamento, chiavi di accesso all’home banking o altre informazioni personali;
  • controllare regolarmente le movimentazioni del conto corrente.

Link al documento: http://www.abi.it/Documents/Guida%20Sicurezza.pdf

Per ulteriori consigli focalizzati sulle diverse occasioni in cui un cliente bancario opera su Internet, è disponibile sul sito CERTFin una sezione che contiene indicazioni per proteggersi online e per imparare a riconoscere immediatamente un tentativo di frode: certfin.it/educational

Abi: le banche in prima linea sul tema della sicurezza informatica