Eni diventa operatore del campo a gas di Evans Shoal nell’offshore dell’Australia

Views

Eni ha acquisito da Shell Australia Proprietary Limited (Shell) l’intero interesse del 32,5% nel campo a gas di Evans Shoal ed è diventata Operatore della licenza NT/RL7, situata nel nord del bacino di Bonaparte, nell’offshore dell’Australia settentrionale. Il giacimento si trova a circa 300 km a nord ovest di Darwin, dove è situato l’impianto di liquefazione di gas denominato Darwin LNG. Eni stima che il giacimento contenga circa 226 miliardi di metri cubi di gas in posto.

La transazione è stata approvata dalla Joint Venture e il Governo australiano ha fornito tutte le necessarie approvazioni. La nuova Joint Venture NT/RL7 sarà così composta: Eni Australia Ltd 65% (Operatore), PETRONAS Carigali (Australia) Pty Ltd 25%, e Osaka Gas Australia Pty Ltd 10%.

Questa acquisizione rappresenta un rafforzamento della posizione di Eni nella regione dell’Australasia, e segue l’avvio, nel maggio 2017, del progetto di produzione di gas dal giacimento di Jangkrik, situato nell’offshore dell’isola di Kalimantan, in Indonesia, che fornisce gas all’ impianto LNG di Bontang.

Eni è presente in Australia tramite la propria controllata Eni Australia Ltd dal 2000 e a Timor-Leste dal 2006. In Australia, Eni è operatore e proprietario al 100% del progetto Blacktip Gas. Oltre a ciò, Eni ha un interesse non operato nel campo a gas e condensati di Bayu-Undan e nell’impianto di Darwin LNG. Eni ha anche interessi in 14 licenze di esplorazione e produzione offshore in Australia, Timor-Leste e nelle aree di sviluppo petrolifero congiunto (JPDA, Joint Petroleum Development Area), di cui 13 sono operate da Eni.

Eni diventa operatore del campo a gas di Evans Shoal nell’offshore dell’Australia

Economia, Energia, PRP Channel |