Eni e Ansaldo Energia, accordo per sviluppare soluzioni per l’accumulo di energia elettrica

Views

Eni e Ansaldo Energia, player internazionali nella transizione energetica e partner di lunga data, hanno firmato un accordo per lo sviluppo di progetti basati su soluzioni tecnologiche innovative per l’accumulo di energia elettrica alternative alle batterie elettrochimiche.

L’intesa prevede che tali tecnologie, già in fase di studio e già sottoposte al processo di technology validation di Eni, siano implementate in sinergia in alcuni siti industriali di Eni e delle sue società controllate in Italia, sfruttando le potenzialità degli esistenti sistemi di produzione e consumo di energia elettrica. Gli accumuli di energia elettrica sono indispensabili per superare il limite strutturale di programmabilità e di intermittenza delle fonti rinnovabili e favorirne quindi lo sviluppo.

“Le energie rinnovabili, eolico e fotovoltaico, sono soluzioni imprescindibili per il successo della transizione energetica ed Eni sta dedicando grande impegno e risorse per crescere velocemente in questi ambiti e per contribuire a superarne i limiti strutturali ed economici dovuti proprio alla loro discontinuità di produzione. Questo accordo rientra nel nostro approccio alla transizione basato sulla leadership tecnologica, sul know how delle nostre persone e sulla capacità di trasformazione ed evoluzione dei nostri siti industriali, elementi fondamentali per affrontare con successo l’importante sfida della decarbonizzazione” dichiara Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni.

“L’iniziativa con Ansaldo Energia si inserisce perfettamente nella crescita del ruolo di Enipower come erogatore di servizi di rete, sempre più necessari – con il procedere della crescita delle rinnovabili e dell’elettrificazione dei consumi finali – per garantire la stabilità della rete nazionale” dichiara Francesco Giunti, Amministratore Delegato e Presidente di Enipower.

“Essere stati scelti da Eni, con il quale collaboriamo da molti anni, per un impegno concreto nella sfida della transizione energetica è per noi un forte motivo di orgoglio e soddisfazione” afferma Giuseppe Marino, Amministratore Delegato di Ansaldo Energia.

“La soluzione tecnologica alla base dell’accordo, alternativa alle batterie agli ioni di litio, è radicata su una forte filiera europea, garantisce un servizio sicuro di accumulo energia di lunga durata, supera gli ostacoli legati allo smaltimento e non presenta problematiche legate a criticità di fornitura” conclude Daniela Gentile, Amministratore Delegato di Ansaldo Green Tech.

Il successo di questa iniziativa rappresenterà pertanto un importante passo verso un’economia “net zero carbon”, coerentemente con le linee strategiche delle due società.

Eni SpA ed Ansaldo Energia SpA sono parti correlate. La presente intesa potrà essere oggetto di successivi accordi vincolanti che le parti definiranno nel rispetto della normativa applicabile ivi inclusa quella in materia di operazioni tra parti correlate.

Eni e Ansaldo Energia, accordo per sviluppare soluzioni per l’accumulo di energia elettrica