Eni perfora con successo Agogo-2, primo appraisal della scoperta di Agogo, in Angola

Views

Eni ha perforato con successo il pozzo Agogo-2, primo pozzo di appraisal della scoperta di Agogo, nel Blocco 15/06, nell’offshore dell’Angola. I risultati confermano la stima di 650 milioni di olio in posto nel campo di Agogo e mostrano ulteriore potenziale nella zona nord, che sarà oggetto del prosieguo della campagna di delineazione.

Agogo-2 è stato perforato dalla nave di perforazione Poseidon a circa 3 km a nord-ovest dal pozzo di scoperta Agogo-1, a circa 180 km dalla costa e 23 km a ovest dalla FPSO N’Goma (West Hub), in una profondità d’acqua di 1.700 m, raggiungendo una profondità totale di 3.949 metri.

Agogo-2 ha incontrato 58 m netti di olio leggero (31° API) in arenarie di età Miocenica e Oligocenica con eccellenti proprietà petrofisiche e conferma l’estensione della scoperta di Agogo a nord del pozzo di scoperta, al di sotto dei diapiri salini. Il pozzo è infatti stato progettato e perforato in alta deviazione per raggiungere le sequenze presenti al di sotto del diapiro salino, per provare l’esistenza dei reservoir e della mineralizzazione anche in questa parte della megastruttura di Agogo. Nel pozzo è stata effettuata un’intensa campagna di acquisizione dati che ha indicato una capacità produttiva del pozzo superiore ai 15.000 barili di olio/giorno.

La Joint Venture del Blocco 15/06, formata da Eni (operatore, 36,8421%), Sonangol P&P (36,8421%) e SSI Fifteen Limited (26,3158%), intende portare in produzione il primo pozzo di Agogo entro il 2019, collegandolo alla FPSO di N’Goma. Nel frattempo Eni continuerà le operazioni di delineazione per valutare il pieno potenziale della scoperta e dimensionarne adeguatamente lo sviluppo.

L’Angola è un Paese chiave per la strategia di crescita organica di Eni. L’azienda è presente nel Paese sin dal 1980, e ha oggi una produzione equity pari a 150.000 barili di olio equivalente/giorno. Nel Blocco 15/06 Eni opera i progetti di sviluppo West Hub e East Hub che producono attualmente 155.000 barili giorni di olio (100%). Eni è anche operatore del blocco onshore Cabinda Norte.

Eni perfora con successo Agogo-2, primo appraisal della scoperta di Agogo, in Angola

ATTUALITA' |