La trasformazione digitale di Eni parte dalla Basilicata

Views

Il Centro Olio Val d’Agri sarà il primo impianto digitale di Eni in Italia

Ravenna, 27 marzo 2019 – In occasione dell’OMC 2019 di Ravenna è stato presentato oggi il piano di trasformazione digitale di Eni che, partendo dal Centro Olio Val d’Agri (COVA), intende impiegare la digitalizzazione come acceleratore del modello integrato di crescita sostenibile. La sensoristica, la disponibilità di una grande mole di dati e la capacità di elaborarli in modo estremamente potente hanno permesso a Eni di sviluppare nuove tecnologie, prima tra tutte quelle legate all’Intelligenza Artificiale. Queste tecnologie hanno potenzialità enormi e sono in grado di sostenere le attività operative portando benefici, in particolare, in ambito di sicurezza, asset integrity, ambiente ed efficienza operativa.

Il Cova è stato scelto per diventare la prima Lighthouse nel mondo Eni, vale a dire un impianto integralmente digitalizzato con le tecnologie più innovative. Questo è stato possibile in quanto il Centro di Viggiano già era uno degli impianti più avanzati e completi di Eni, con una notevole quantità di dati disponibili.

Per costruire la Lighthouse il personale operativo del sito dispone di una “biblioteca” di soluzioni digitali già testate e seleziona quelle che meglio si adattano allo specifico sito: al centro della trasformazione digitale c’è sempre la persona con le sue competenze.  Da un unico sistema di controllo (IOC-Integrated Operation Center) si ha accesso a tutte le informazioni dei processi più rilevanti per il sito e si ricevono le indicazioni operative che si generano dalle soluzioni digitali adottate.

L’implementazione delle soluzioni digitali viene affiancata da un importante programma di change management, fondamentale per ottenere i benefici attesi. Le iniziative di change management realizzano il necessario accompagnamento per le persone di sito coinvolte dal processo di trasformazione digitale e generano un arricchimento delle competenze delle persone che si traduce in un sempre migliore utilizzo delle nuove tecnologie digitali.

La trasformazione digitale di Eni parte dalla Basilicata

ECONOMIA |