Napoli: morto un appartenete della polizia locale mentre proseguono controlli su popolazione e esercizi commerciali

Views

Prendiamo parte al grande dolore per la tragica morte di Giuseppe Esposito, Luogotenente di Polizia Locale”, scrivono in una nota congiunta, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, l’Assessore alla Polizia Locale Alessandra Clemente ed il Comandante del Corpo Ciro Esposito. Alla moglie, ai figli e a quanti lo hanno conosciuto nella vita ed in servizio va la nostra grande vicinanza. Un lavoratore esemplare che ha dato tanto lustro alla nostra Amministrazione”, conclude la nota.

Giuseppe Esposito Luogotenente di Polizia Locale, 33 anni di servizio, di cui gli ultimi 22 in forza all’UORA, l’Unità Operativa Rimozione Auto, guidata dal Capitano Giuseppe Imperatore a 65 anni, ha perso la vita a causa della contrazione del covid19 presso la struttura ospedaliera di Bergamo dove nel mese di Febbraio si era recato per sostenere un lieve intervento al ginocchio e la riabilitazione connessa. Nella giornata di ieri il corpo è giunto a Napoli da Bergamo ed è stato accolto dal Comando di Via Santa Maria del Pianto a sirene spiegate come segno di omaggio per un collega amato da tutti e sempre in prima linea nelle delicate attività affidante al Comando della Polizia Locale.

Nel frattempo la Polizia Locale di Napoli nel corso della giornata del 03 aprile ha impiegato n. 290  Agenti e Ufficiali  per verificare il rispetto delle norme ministeriali e locali per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Dalle prime ore del mattino sono stati controllate 561 persone che si spostavano a piedi e n. 867 cittadini intenti a spostarsi con le proprie autovetture, a tutti i 1428 sono stati richiesti i prescritti moduli di autocertificazione. Gli Agenti hanno sanzionato  5 soggetti ai sensi dell’ ex art 4 comma 1 D.L.19/2020. Sono stati inoltre effettuati 616 controlli ai pubblici esercizi, per il rispetto delle raccomandate distanze di sicurezza, per il divieto di assembramento e per la verifica dell’idonea certificazione della disinfezione dei locali, oltre alle prescritte sospensioni delle attività. Da questi controlli sono scaturite 15 sanzioni amministrative ex art.4 comma 1 D.L 19/2020.
I controlli da parte della Polizia Locale di Napoli rivolti ad assicurare il rispetto delle disposizioni adottate a tutela dell’incolumità e della salute pubblica proseguono costanti – dichiara l’Assessore Alessandra Clementesoprattutto nelle zone, come luoghi della spesa, uffici postali e presidi di solidarietà per i più bisognosi, dove si sono registrati maggiori assembramenti. Continua forte l’appello alla cittadinanza a continuiate con la stessa maturità e prudenza dimostrata fino ad ora ad uscire di casa in casi strettamente necessari scegliendo per esigenze come la spesa alimentare forme di prenotazione e orari – prima mattina e pomeriggio- dove le file nel rispetto della distanza di sicurezza sono meno lunghe.

 

Napoli: morto un appartenete della polizia locale mentre proseguono controlli su popolazione e esercizi commerciali