Il più grande furto di moneta digitale di sempre, 534milioni di dollari

Views

Uno dei più grandi scambi di valuta digitale del Giappone riferisce di aver perso circa $ 534 milioni (£ 380 milioni) di denaro virtuale in un attacco di hacking sulla sua rete. Si tratta di Coincheck dove sono stati sospesi depositi e prelievi per tutte le cripto-valute ad eccezione di Bitcoin in quanto ha valutato le sue perdite in NEM, una moneta meno conosciuta.
Se il furto è confermato, sarà la più grande perdita per una moneta digitale di sempre.
Un’altra borsa di Tokyo, MtGox, è crollata nel 2014 dopo aver ammesso che 400 milioni di dollari erano stati rubati dalla sua rete.
Si dice che il denaro rubato a Coincheck sia conservato in un “portafoglio bollente” – una parte dello scambio connesso a Internet. Ciò contrasta con un portafoglio freddo, in cui i fondi vengono archiviati in modo sicuro offline.
Coincheck afferma di conoscere l’indirizzo digitale dove è stato inviato il denaro e farà tutto ciò che serve per compensare gli investitori.

Cosa sappiamo dell’hack?

Gli hacker hanno fatto irruzione alle 02:57 (17:57 GMT) di venerdì, ha detto la società in una dichiarazione, ma la violazione non è stata scoperta fino alle 11:25, circa otto ore e mezza dopo.
Il direttore operativo della compagnia Yusuke Otsuka ha dichiarato che 523 milioni di NEM sono stati inviati dall’indirizzo NEM di Coincheck durante la violazione.
“La cifra e’ di circa 58 miliardi di yen in base al calcolo al tasso rilevato”, ha detto in una conferenza stampa alla Borsa di Tokyo.
Coincheck stava ancora esaminando quanti clienti erano stati colpiti e cercando di stabilire se l’attacco fosse stato lanciato dal Giappone o da un altro paese.
“Sappiamo dove sono stati inviati i fondi”, ha aggiunto Otsuka. “Li stiamo rintracciando e se siamo in grado di continuare a monitorare, potrebbe essere possibile recuperarli, ma è qualcosa che stiamo indagando al momento.”
Coincheck ha riportato l’incidente alla polizia e all’agenzia giapponese dei servizi finanziari.

Il danno della perdita?

NEM, la decima valuta criptovaluta per valore di mercato, è scesa dell’11% su un periodo di 24 ore a 87 centesimi, a partire dalle 18:30, riferisce l’agenzia di stampa Bloomberg.
Tra le altre cripto-valute, Bitcoin è sceso del 3,4% e Ripple ha perso il 9,9% venerdì, secondo i prezzi visti dall’agenzia.
Più è stato perso venerdì rispetto al 2014, quando MtGox ha perso quello che pensava fosse 850.000 bitcoin. Tuttavia, MtGox in seguito ha trovato 200.000 bitcoin in un vecchio portafoglio digitale.
Dopo il crollo di MtGox che ha scosso il mondo della moneta digitale, in Giappone è stato introdotto un sistema di licenze per aumentare la supervisione degli scambi di valuta locale come Coincheck.
“Qual’ è l’impatto? È difficile da dire”, ha detto a Bloomberg Marc Ostwald, stratega globale presso ADM Investor Services International di Londra.
“Il Giappone è uno dei paesi commerciali più pro-crittografia, tra i paesi del G-20. In Giappone non vogliono in realtà un giro di vite di tale mercato.

Cos’è Coincheck?

Fondata nel 2012, la società ha sede a Tokyo, dove ha impiegato 71 persone a partire dall’agosto dello scorso anno.
La sua sede centrale si trova nel distretto di Shibuya, una zona molto popolare tra le start-up che ospitava anche MtGox, secondo Bloomberg.
L’anno scorso, Coincheck ha iniziato a pubblicare annunci sulla televisione nazionale con il popolare comico locale Tetsuro Degawa, aggiunge l’agenzia.

Il più grande furto di moneta digitale di sempre, 534milioni di dollari