Polfer: 4 kg di stupefacente e 2 armi sequestrate, 30 arrestati, 170 indagati e 35.000 identificati il bilancio della settimana 

Views

Circa 4 kg di sostanze stupefacenti e 2 armi da taglio sequestrate, 30 arrestati, 170 indagati e 35.635 identificati: è questo il bilancio dei controlli nell’ultima settimana della Polizia Ferroviaria. 3.895 le pattuglie impegnate in stazione e 1.069 a bordo treno, per un totale di 3.269 treni scortati. 281 servizi antiborseggio e 212 le sanzioni elevate.

Continua, da parte della Polizia Ferroviaria, l’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti nell’area adiacente la stazione di Milano Rogoredo. Dopo l’operazione della scorsa settimana, che ha portato al sequestro di oltre 6,3 kg di eroina e circa 5.000 euro, la Polizia Ferroviaria di Milano ha arrestato due spacciatori di nazionalità marocchina, irregolari sul territorio nazionale, che nelle tasche nascondevano circa 20 grammi di stupefacente, diviso in dosi pronte per essere vendute e quasi 600 euro in contanti. A Bologna la Polfer ha arrestato un cittadino nigeriano di 18 anni, irregolare sul territorio nazionale, che nascondeva oltre 3 kg di maijuana in 2 scatole di scarpe.

Sempre a Milano, sono stati arrestati un cittadino afghano e una donna italiana, responsabili di una tentata estorsione. I due soggetti, dopo aver rubato il cellulare  di un viaggiatore, hanno chiesto allo stesso, in cambio della restituzione del telefonino, una somma di denaro. Il malcapitato, però, ha deciso di avvertire la Polfer che, al momento dello scambio, è intervenuta arrestando i due malviventi.

Sequestrata una mannaia con una lama di circa 20 centimetri. Questo il risultato di un controllo effettuato dagli operari della Polfer di Genova, che insospettiti dall’atteggiamento di un nigeriano, divenuto nervoso ed agitato nel momento in cui è stato fermato, hanno deciso di verificare il contenuto dello zaino che portava al seguito. Lo straniero è stato denunciato per porto abusivo di armi.

Nelle stazioni della capitale: arrestati tre cittadini romeni, responsabili di un furto del portafogli ad un viaggiatore, mentre lo stesso era intento a salire sulla scala mobile; una cittadina francese ed uno algerino per aver rubato un telefono cellulare in un abitacolo in sosta fuori dalla stazione. Arrestato anche un cittadino della Guinea per porto abusivo di armi, resistenza e lesioni. Lo straniero, salito a bordo di un treno Italo senza regolare titolo di viaggio, invitato dagli operatori a scendere dal convoglio, cercava di divincolarsi con particolare violenza, aggredendo gli stessi e tentando di prendere qualcosa all’interno della tasca del proprio giubbotto, poi rivelatosi essere un’arma da taglio.

Arrestati, ancora, due cittadini marocchini, già conosciuti dalla Polfer, notati all’esterno della stazione di Termini intenti a nascondere uno zaino. Da un successivo controllo effettuato dagli Operatori dopo averli bloccati, è stato constatato che la sacca, contenente vari oggetti per un valore di circa 2500 euro, era stata rubata poco prima ad un cittadino australiano in vacanza in Italia rintracciato presso un Bed and Breakfast adiacente lo scalo ferroviario.

Nel capoluogo partenopeo: un cittadino rumeno arrestato per rapina. L’uomo, notato dagli operatori della Polfer per il suo atteggiamento, ha prima spinto violentemente una giovanissima studentessa universitaria e poi si è impossessato del suo telefono cellulare, dandosi alla fuga. Raggiunto, il malvivente è stato bloccato ed arrestato. Condannato con rito direttissimo, è stato posto agli arresti domiciliari. Sempre a Napoli, gli operatori del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania, nell’ambito dell’attività di contrasto agli illeciti amministrativi, hanno proceduto alla confisca di un motoveicolo immatricolato all’estero con targa bulgara, ma circolante in Italia in violazione alle vigenti prescrizioni normative. Lo scooter era in uso ad un cittadino italiano che è stato sanzionato per violazioni al codice della strada.

Interventi a lieto fine: una ragazzina di 12 anni, partita da sola con il treno da Livorno e diretta a Pompei per raggiungere il padre, è stata prontamente rintracciata grazie all’attività meticolosa degli operatori del Centro Operativo Compartimentale della Polfer di Napoli. Quest’ultimi, attraverso un’accurata ricerca, hanno individuato il convoglio preso dalla giovane, allertando immediatamente il capotreno e la Polfer di Roma Termini presente in servizio di scorta sullo stesso. Una volta riconosciuta, la ragazza è stata presa in custodia e rIaffidata alla famiglia. A Pisa è stato rintracciato un uomo di 53 anni residente in provincia di Terni, la cui scomparsa era stata denunciata dalla mamma circa un anno prima. Gli operatori lo hanno riconosciuto grazie alla scheda web predisposta dalla trasmissione televisiva Chi l’Ha Visto”. L’uomo, così, è potuto tornare a casa e riabbracciare la sua famiglia.

La Polfer scende in campo anche per giocare. Si sta svolgendo in queste ore, in Calabria, a Maida (CZ)   la 3^ tappa del tour 2019 Gioca Volley S3 in sicurezza, manifestazione nata con al finalità di sensibilizzare, attraverso il binomio “Sport- Legalità”, i giovani sui temi della sicurezza nelle stazioni e sui treni, utilizzando un linguaggio semplice e giocoso. Evento organizzato da ANSF, FIPAV e naturalmente POLFER. I protagonisti assoluti sono i circa 2500 piccoli sportivi, gli operatori della Polizia Ferroviaria ed i campioni del Volley Andrea Lucchetta e Valerio Vermiglio.

27 i minori non accompagnati rintracciati e riaffidati alle famiglie o alle comunità; 52 i cittadini stranieri sorpresi in posizione irregolare.

 

Polfer: 4 kg di stupefacente e 2 armi sequestrate, 30 arrestati, 170 indagati e 35.000 identificati il bilancio della settimana 

CRONACHE |