Polizia di Stato, i numeri della operazione “Stazioni Sicure”

Views

7.712 identificati, di cui 6 arrestati e 19 indagati. Oltre 2, 5 chilogrammi di sostanza stupefacente sequestrata, 2.165 bagagli controllati e 23 sanzioni elevate: sono questi i risultati della settima giornata dell’operazione “Stazioni Sicure”, che ha visto impegnati operatori della Polizia Ferroviaria nelle principali stazioni ferroviarie.

Le attività, mirate al controllo di bagagli e passeggeri in considerazione del fisiologico aumento dei flussi nel periodo natalizio, sono state supportate anche da unità cinofile. Le pattuglie si sono avvalse anche di smartphone per il controllo in tempo reale dei documenti e di metal detector.

In particolare in Liguria la Polfer ha arrestato una persona per evasione essendosi allontanata dalla detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e l’altra per false generalità.

Alla stazione di Bologna C.le gli Agenti della Polfer, grazie al fiuto dell’Unità Cinofila della Guardia di Finanza hanno individuato, tra le centinaia di persone presenti in stazione per l’esodo delle festività Natalizie, un cittadino tunisino, addosso al quale sono stati trovati 70 grammi di hashish.

Nella stazione di Ferrara, gli operatori del locale Posto di Polizia Ferroviaria hanno denunciato in stato di libertà per furto aggravato un cittadino italiano di 52 anni, con innumerevoli precedenti specifici maturati nel corso di alcuni decenni di “carriera” il quale, approfittando delle brevi soste effettuate dai convogli nella stazione estense e della confusione generata sui binari nei momenti di salita e discesa dei viaggiatori, dopo essere salito rapidamente sui treni, si impossessava dei bagagli lasciati negli appositi stalli ubicati vicino alle porte delle carrozze, per poi scendere velocemente dai convogli pochi istanti prima della chiusura delle porte.

La Polfer di Firenze a seguito di un controllo di un passeggero nigeriano salito su un treno Italo che da Roma lo ha portato a Firenze ha scoperto che con sé aveva oltre 2 chili di sostanza stupefacente. Lo straniero è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio.

Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Ancona hanno tratto in arresto un 40enne Italiano gravato da un ordine di carcerazione. Infatti, a seguito di verifica in banca dati mediante smartphone, è emerso che l’uomo doveva espiare una condanna a due anni di carcere emessa dal Tribunale di Ancona.

Una pattuglia in borghese della Squadra di Polizia Giudiziaria di Bari ha intercettato tre giovani baresi, appena maggiorenni, intenti a “graffitare” con bombolette spray una parete lato mare del sottovia.

I tre writers sono stati bloccati e condotti negli Uffici del Reparto Operativo di Bari Centrale, ove, al termine degli ulteriori accertamenti, sono stati denunciati per il reato di Deturpamento ed imbrattamento di cose altrui.

Nell’occasione sono state sequestrate 24 bombolette spray di vari colori.

Uno dei tre, trovato in possesso di un grammo di marijuana, veniva segnalato alla Prefettura di Bari per uso non terapeutico di sostanza stupefacente.

Personale Polfer di Civitavecchia, ha proceduto all’arresto di un cittadino italiano destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Civitavecchia in data 11 dicembre 2019.

Nella stazione di Bari Centrale, preziosa la collaborazione delle unità cinofile della Questura: i cani hanno puntato tre uomini, tutti cittadini italiani, due residenti nella provincia di Bari ed uno di origini campane, che hanno tentato invano di sottrarsi al controllo. L’accurata perquisizione consentiva di rinvenire e sottoporre a sequestro 1,16 grammi di sostanza stupefacente, detenuta per uso personale.

Polizia di Stato, i numeri della operazione “Stazioni Sicure”

ATTUALITA' |