Polizia Ferroviaria: in prima linea contro la criminalità nelle stazioni italiane

Views

23 arrestati, 217 indagati,  35.000 identificati e quasi 3 Kg stupefacente sequestrato il bilancio della settimana della Polizia di Stato in ambito  ferroviario

23 arrestati, 217 indagati, 35.250 identificati: è questo il bilancio dei controlli nell’ultima settimana della Polizia Ferroviaria. 3.782 le pattuglie impegnate in stazione e 1.000  a bordo treno, per un totale di 2.076  treni scortati. 291 servizi antiborseggio,  211 le sanzioni elevate e circa 2,6 kg di sostanze stupefacenti sequestrate.

Campagna donazioniIn particolare presso la stazione di Firenze Santa Maria Novella è stato arrestato un gambiano trovato in possesso di 2,280 kg mariiuana e 215,25 gr di hashish, mentre un cittadino tunisino è stato arrestato alla Stazione di Firenze Statuto nell’intento di nascondere all’interno del proprio calzino del materiale raccolto dietro una aiuola dello scalo. Da un successivo controllo della Polfer in quel nascondiglio sono stati  rinvenuti tre panetti di hashish per un totale di 40 grammi.

A Napoli, nei pressi della stazione, è stato arrestato un parcheggiatore abusivo per tentata estorsione ai danni di un automobilista. L’uomo, pregiudicato, negli ultimi due anni è stato denunciato per ben 71 volte per inottemperanza al foglio di via obbligatorio dalla città partenopea.

Sempre a Napoli è stata arrestata una trentunenne georgiana, definita “la mantide”, che adescava in stazione le sue vittime. Le sedava offrendo loro una bibita e poi le rapinava. Gli agenti della Polizia Ferroviaria a seguito di un’accurata indagine hanno riconosciuto la donna che aveva numerosi precedenti ed hanno proceduto al fermo per rapina aggravata. Ancora nella stazione del capoluogo campano è stato bloccato per furto aggravato un borseggiatore “seriale” che sceglieva le sue vittime tra i viaggiatori in attesa della metropolitana di Piazza Garibaldi. L’uomo è stato arrestato dagli agenti mentre era intento a derubare un ignaro viaggiatore, utilizzando sempre lo stesso “modus operandi”.

A Roma Termini la Polfer ha tratto in arresto, un cittadino cubano perché responsabile del furto di numerosi capi di abbigliamento rubati presso un esercizio commerciale presente nello scalo ferroviario ed un cittadino algerino, già conosciuto dalla Polizia Ferroviaria quale borseggiatore. Quest’ultimo, approfittando della distrazione di un uomo intento al telefono fuori dalla sua autovettura nel piazzale della stazione, ha aperto la portiera per rubare la borsa appoggiata sui sedili posteriori. Grazie alle urla della vittima e al tempestivo intervento degli operatori lo straniero è stato bloccato.

Arrestato nella stazione centrale di Bologna un cittadino libico, responsabile di una serie di furti commessi in danno di passeggeri dei treni Alta Velocità. Bloccato dalla Polfer, grazie alla descrizione fornita dalla vittima alla Sala Operativa, è stato trovato in possesso di 250,00 euro in contanti, due computer portatili ed un tablet. Ulteriori accertamenti hanno permesso di risalire ad altri passeggeri vittime dei furti commessi sempre dallo stesso straniero, in diverse stazioni ferroviarie.

Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Taranto hanno tratto in salvo un giovane che camminava lungo la massicciata, avvicinandosi sempre di più ai binari. Il ragazzo, in stato confusionale, è stato poi assistito dagli operatori del 118 e riaffidato alla madre.

Polizia Ferroviaria: in prima linea contro la criminalità nelle stazioni italiane

CRONACHE, EVIDENZA 4 |