Scampia, al via progetto per nuovo impianto sportivo

Views
   

Si avvia oggi il “Progetto SCAMPIA – Centro sportivo Boscariello”, con la demolizione del fabbricato che lascerà spazio al centro sportivo polivalente in un’area di circa 14.000 mq. Grazie al fondo “Sport e Periferie”, la struttura consentirà di valorizzare un quartiere disagiato investendo in attività che generino aggregazione sociale. Quest’intervento si inserisce in un’ampia operazione di rigenerazione urbana, grazie alla collaborazione tra quattro diversi ministeri, che prevede anche la trasformazione della Caserma Boscariello in una Cittadella della Sicurezza dove concentrare i diversi uffici e reparti della Polizia di Stato presenti sul territorio comunale. Un’operazione di ottimizzazione degli spazi, già finanziata con oltre 100 milioni di euro di investimento, che consentirà di risparmiare 3,5 mln di euro di affitti passivi. All’evento per la presentazione “Progetto SCAMPIA – Centro sportivo Boscariello”, oltre al direttore dell’Agenzia Roberto Reggi, erano presenti il Ministro per lo Sport Luca Lotti, il sottosegretario di Stato alla Difesa On. Gioacchino Alfano, l’Amministratore Delegato di Difesa Servizi S.p.A Fausto Recchia il Presidente del CONI Giovanni Malagò.

Lo Stato vince”. Lo dice agli studenti della periferia nord di Napoli il ministro dello Sport, Luca Lotti.”E’ un segnale importante da parte dello Stato – sottolinea il ministro – avevamo detto qualche mese fa, durante i 1000 giorni del governo Renzi, che ci saremmo presi questo impegno. E’ la risposta che dà lo Stato alle nostre periferie per riportare le nostre periferie al centro. Può sembrare un gioco di parole ma non è così. Oggi iniziamo un percorso, è solo un punto di partenza ma fondamentale”.

Il compito del Governo e delle Istituzioni più in generale, trovano oggi, naturale compimento. Così il Sottosegretario alla Difesa On. Gioacchino Alfano, intervenuto al via del progetto Scampia. Il compito delle istituzioni è anche quello di stare vicino ai cittadini concretamente, specialmente nelle zone più difficili e critiche del Paese. Aver avviato il “Progetto Scampia” – Centro sportivo Boscariello dimostra che lo Stato c’è e nonostante tutte le difficoltà riesce a mantenere quello che ha promesso, nella duplice ottica di migliorare la qualità della vita dei cittadini e di valorizzazione  quei patrimoni del Demanio che hanno terminato la loro funzione originale, ritornando quindi al servizio della collettività in un’altra forma.

“Utilizzare al meglio il nostro patrimonio immobiliare e’ una risposta alle esigenze delle comunità e soprattutto un’opportunità di sviluppo economico e sociale per il territorio. – ha detto Roberto Reggi nel corso del suo intervento – Il Progetto Boscariello è un esempio in cui convergono tutti gli elementi strategici per costruire lungimiranti operazioni di rigenerazione urbana: la riqualificazione di un quartiere periferico attraverso la realizzazione di nuovi impianti sportivi, con spazi di svago e socialità, e di una vera e propria “Cittadella della Polizia”, un nuovo polo per le forze dell’ordine, che ospiterà molti uffici attualmente dislocati nel territorio comunale. A fine settembre si è chiuso il bando per l’affidamento del servizio di progettazione di fattibilità tecnica ed economica proprio per la realizzazione di questa nuova struttura”.

“Siamo molto contenti. Sono quelle cose che quando si cominciano si spera sempre di portare a termine. Sono stati tutti bravi, il Ministero della Difesa e il Governo che ci ha dato questi soldi che abbiamo voluto investire automaticamente in questo progetto. E’ una realtà che sappiamo tutti quant’è complicata, per cui questo progetto dà speranza ed ottimismo”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò.