3M lancia la sfida: dal 2019 solo prodotti  che dimostreranno di essere sostenibili per l’ambiente

Views

Attenzione a energia, clima, materie prime, salute e sicurezza, acqua e istruzione. La mission di 3M è tradurre la scienza in soluzioni che migliorano la vita delle persone e del pianeta. 

3M si conferma azienda leader in tema di sostenibilità: da quest’anno infatti tutti i nuovi prodotti che entreranno nel processo di commercializzazione, rispetteranno il Sustainability Value Commitment, un sistema di valutazione interno all’azienda che permetterà di attestare l’impatto che ogni prodotto avrà sull’ambiente. In quest’ottica, sono tre le principali linee d’azione dell’azienda di St. Paul, delineate dal CEO Mike Roman: “Science for Circular”, modello secondo il quale le soluzioni progettuali utilizzeranno meno materiali, proprio nell’ottica di un’economia circolare; “Science for Climate”, legato a una particolare attenzione per l’innovazione collegata alla “decarbonizzazione” dell’industria, e “Science for Community” con l’obiettivo e la speranza di dare un segnale per creare un mondo migliore grazie alla scienza. Un impegno concreto, con 91.000 dipendenti nel mondo, di cui 10.000 dell’area Ricerca e Sviluppo, direttamente impegnati nel rigoroso processo di introduzione di nuovi prodotti che, dalle prime fasi fino allo sviluppo finale e in ciascuna area, dall’elettronica alla salute, rispettino l’ambiente.

L’azienda ha assunto un impegno concreto sul tema delle fonti di energia: la sede centrale di St. Paul, negli Stati Uniti, sarà infatti alimentata esclusivamente da energia ricavata da fonti rinnovabili. L’obiettivo di 3M è che tutte le attività siano alimentate al 100% da fonti rinnovabili, con un obiettivo intermedio, entro il 2025, del 50%. In questo quadro strategico a lungo termine, 3M si unirà infatti a RE100, un gruppo globale che riunisce più di cento aziende impegnate nell’ambito dell’utilizzo dell’energia da fonti rinnovabili.

In qualità di partecipante al Global Compact delle Nazioni Unite, 3M inoltre supporta i 10 principi elencati al suo interno nei settori dei diritti umani, del lavoro, dell’ambiente e della lotta alla corruzione. La mission di 3M è tradurre la scienza in soluzioni che migliorano la vita: l’azienda vanta infatti un impegno di lunga data nella sostenibilità. Con il programma 3P, “Pollution Prevention Pays”, partito negli anni ’70, 3M ha iniziato un cammino che si è tradotto sia in azioni concrete nel rispetto dell’ambiente sia in centinaia di miglioramenti di prodotto e processo, formando così le basi di una la cultura permeata nell’organizzazione, e nel 2015 sono stati stabiliti 14 obiettivi da raggiungere entro il 2025 su energia e clima, materie prime, salute e sicurezza, acqua e istruzione e sviluppo:

Energia e clima

  • Migliorare l’efficienza energetica, indicizzata alle vendite del 30%;
  • Incrementare al 25% del consumo totale di elettricità, la quota di energia rinnovabile (già nel 2018 per il 30% l’energia elettrica è stata ricavata da fonti rinnovabili);
  • Garantire che le emissioni di gas serra siano ridotte al 50% rispetto al 2002, come minimo, aumentando le attività (obiettivo raggiunto già nel 2018 con la riduzione del 68%);
  • Aiutare i clienti 3M a ridurre le loro emissioni di gas serra di 250 milioni di tonnellate equivalenti di CO2, attraverso l’utilizzo di prodotti 3M

Materie prime

  • Investire per sviluppare materiali e prodotti più sostenibili al fine di aiutare i clienti 3M a raggiungere i loro obiettivi ambientali
  • Ridurre gli scarti di produzione, indicizzati alle vendite, di un ulteriore 10%
  • Raggiungere lo “zero sprechi” nel 30% dei siti di produzione
  • Guidare la supply chain della sostenibilità attraverso la tracciabilità delle materie prime e il controllo delle prestazioni del fornitore

Salute e sicurezza

Fornire formazione a 5 milioni di persone nel mondo sulla sicurezza dei lavoratori e dei pazienti

Acqua

  • Ridurre l’uso globale dell’acqua, indicizzato alle vendite, di un ulteriore 10%
  • Coinvolgere il 100% delle comunità in cui opera 3M in zone con problemi idrici in programmi per la gestione condivisa delle risorse idriche

Istruzione e sviluppo

  • Investire risorse e prodotti in programmi educativi, comunitari e ambientali
  • Partecipazione del 100% ai programmi di sviluppo dei dipendenti per far progredire i singoli e le capacità organizzative
  • Raddoppiare le possibilità nella di gestione dei talenti per costruire una forza lavoro diversificata.

Prosegue dunque l’impegno di 3M nell’ambito della sostenibilità: non a caso l’azienda da 19 anni è inserita nel Dow Jones Sustainibility Index, e nel 2018 EcoVadis ha inserito 3M nella categoria «Gold», tra le primissime aziende al mondo (1% della classifica) in termini di responsabilità sociale (ambiente, sociale, etica e catena logistica) per tutte le categorie industriali. Ulteriori conferme per 3M arrivano anche da Eu5 RepTrak di Reputation Institute (Ri), che inserisce 3M al 42esimo posto. EU5 RepTrak® 2018 – pubblicato per la prima volta nel 2018 – è considerato il più grande studio di reputazione aziendale cross-Paese. Basato su oltre 87.000 valutazioni individuali tra i consumatori dei cinque paesi europei più industrializzati – Italia, Germania, Francia, Spagna e Regno Unito – analizza 140 aziende multinazionali valutandone il legame emotivo con gli stakeholder, i loro comportamenti nei confronti delle aziende stesse, l’intenzione di acquisto, la probabilità di raccomandare e la volontà di lavorarci. Tra i primi fattori valutati per definire l’impatto reputazionale, l’importanza delle attività di responsabilità sociale.

3M lancia la sfida: dal 2019 solo prodotti che dimostreranno di essere sostenibili per l’ambiente

ATTUALITA' |