Cina colpisce velivolo Usa con armi laser

Views

La scorsa settimana una nave da guerra cinese ha sparato un raggio laser  contro un aereo da ricognizione americano nel Mare delle Filippine, 600 chilometri a ovest dell’isola di Guam, uno dei territori degli Stati Uniti e quartier generale di varie basi militari. La marina americana in una dichiarazione ha rivelato l’incidente. Le navi da guerra cinesi sono dotate di armi laser ad alta energia altamente distruttive che possono arrecare danni ai velivoli e anche accecare i piloti. L’oggetto dell’attacco era un velivolo militare Boeing P-8 Poseidon che sorvolava le acque internazionali, secondo il Pentagono, non ha riportato danni. Aveva lasciato la base aerea di Kadena nella città giapponese di Okinawa. La flotta statunitense del Pacifico è responsabile delle missioni di sorveglianza nei mari asiatici. Nella sua dichiarazione, la Marina ha affermato che “le armi  laser  potrebbero causare gravi danni agli equipaggi e ai marinai, nonché ai sistemi navali e aerei”, e ha descritto l’attacco  come “molto rischioso” e “sconsiderato”. Questo incidente arriva dopo mesi di tensioni tra Washington e Pechino, a causa del crescente espansionismo navale cinese in Asia. Come ha detto poche settimane fa il capo del Pentagono, Mark Esper, “li abbiamo visti prendere e militarizzare isole nel Mar Cinese Meridionale, e modernizzare rapidamente le loro forze armate, mentre cercavano di usare le tecnologie emergenti per alterare l’equilibrio di potere e rimodellare il mondo a loro favore e spesso a spese degli altri”. Tra queste nuove armi ci sono le potenti armi laser.

Cina colpisce velivolo Usa con armi laser

| ATTUALITA', EVIDENZA 3 |