Il Generale Bertolini se ne infischia della Meloni: i suoi amati virus.. e la Corte Costituzionale

Views

Il SIM Aeronautica Militare, in una nota giunta in redazione, ha commentato il recente video pubblicato dal generale Marco Bertolini sul proprio profilo Facebook.

Il Ministro Trenta pretende di insegnare l’etica alle Forze Armate. I Cinque Stelle dicono che non si possono criticare…

Pubblicato da Marco Bertolini su Lunedì 6 maggio 2019

<<Notiamo con sconcerto e sgomento – afferma il SIM Aeronautica – che continuano le azioni pubbliche tendenti a delegittimare le associazioni sindacali militari  che grazie alla sentenza della Corte Costituzione n. 120/2018, stanno nascendo dopo il vaglio dei capi delle forze armate e il decreto di assenso del ministro della difesa, Elisabetta Trenta. Tutto secondo le norme. Presso la Commissione Difesa della Camera dei Deputati è in discussione una proposta di legge che prende il nome dalla sua relatrice del M5S, onorevole Emanuela Corda. Tutto sta avvenendo in maniera legale, alla luce del giorno e con il solo nobile intento di adeguare le legittime aspettative del personale con le stellette alle altre forze armate europee.

Ciononostante il generale Marco Bertolini, candidato alle prossime europee con il partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, continua ad  avversare un processo epocale che dà lustro ad un Paese che con il sangue dei suoi cittadini ha raggiunto, nella storia, la “democrazia”, il “pluralismo” e la possibilità di poter far esprimere a tutti i suoi cittadini un diritto superiore ed assoluto quale quello di “opinione”. Mancava questa “possibilità” solo a quei cittadini in uniforme considerati  “speciali”, perchè con il giuramento di fedeltà alla Repubblica servono il proprio Stato fino all’estremo sacrificio. Tanti sono i militari e poliziotti, infatti, che hanno perso la vita in servizio per la propria Nazione.

Il generale Marco Bertolini non è nuovo a queste uscite. Ora lo fa di più perchè è in campagna elettorale. Lo scorso 25 aprile – aggiunge il SIM AM – aveva deriso in pubblico i sindacalisti militari paragonandoli a tanti “Checchi Zalone in cerca di un posto fisso”. Era stato postato un video che ritraeva il generale mentre etichettava i sindacalisti militari.  Peccato che dopo uno scambio epistolare tra il SIM Aeronautica Militare e Giorgia Meloni, il video è scomparso dalla rete. Un messaggio importante, ovvero che Fratelli d’Italia non approvava la colorita espressione del generale Bertolini, facendo rimuovere il video dalla rete.

Oggi 6 maggio 2019, il generale  Bertolini ha postato sul proprio profilo Facebook un monologo dove attacca l’intera Difesa. In particolare il ministro della difesa Elisabetta Trenta che ….”vorrebbe sindacalizzare i militari……”, andando in controfase con il messaggio del leader Giorgia Meloni.

Peccato che il Generale Bertolini voglia andare contro le Istituzioni:  E’ stata la Corte Costituzionale, con la sentenza n. 120 del 2018, innovando il proprio precedente e consolidato orientamento giurisprudenziale, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 1475, comma 2, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 (Codice dell’ordinamento militare), in quanto prevede che “I militari non possono costituire associazioni professionali a carattere sindacale o aderire ad altre associazioni sindacali” invece di prevedere che “I militari possono costituire associazioni professionali a carattere sindacale alle condizioni e con i limiti fissati dalla legge; non possono aderire ad altre associazioni sindacali“.

Per rappresentare un Paese come l’Italia, conclude il SIM Aeronautica, in Europa occorre un altro spirito: democratico, inclusivo, pluralista  e soprattutto rispettoso delle Istituzioni nazionali e comunitarie.

 

Il Generale Bertolini se ne infischia della Meloni: i suoi amati virus.. e la Corte Costituzionale