Iran libera prigioniero di origine statunitense – libanese

Views

L’Iran ha annunciato che rilascerà un residente di nazionalità statunitense libanese, che ha scontato quasi la metà della sua pena detentiva di 10 anni per presunto spionaggio a favore di #Washington.

Nizar #Zakka, 52 anni, è nato in Libano ma ha studiato negli Stati Uniti, dove ha vissuto stabilmente fino al 2015. Nel settembre dello stesso anno, Zakka si è recato nella capitale iraniana Teheran su invito del governo iraniano, dove ha parlato in un conferenza sull’imprenditorialità basata su Internet. Ha partecipato all’evento come esperto di tecnologia dell’informazione. Ha lavorato per aziende come Cisco e Microsoft prima di fondare la sua società chiamata #IJMA3. Con sede a Washington, DC IJMA3 aiuta gli investitori  a costruire reti online in Medio Oriente.
Ma il 18 settembre 2015, mentre Zakka era in viaggio verso l’aeroporto internazionale Imam Khomeini a Teheran per il suo volo di ritorno, è stato arrestato dagli agenti di sicurezza iraniani e non è mai più uscito dal paese. Un anno dopo, è stato condannato per  spionaggio a favore degli  Stati Uniti e condannato a 10 anni di carcere. La corte gli ha anche comminato  una multa di 4,2 milioni di dollari. I media statali iraniani hanno detto che Zakka era un “tesoro” di informazioni  sui militari americani. Ma l’esperto IT libanese ha negato tutte le accuse mosse contro di lui. Ha detto che è stato torturato durante il suo interrogatorio e ha fatto frequenti scioperi della fame per protestare contro la sua innocenza e le condizioni della sua detenzione. Durante la sua prigionia, il governo libanese ha fatto pressione sull’Iran per la sua liberazione. Gli Stati Uniti hanno anche sollevato la questione attraverso il Congresso e il Dipartimento di Stato. Ma la capacità di Washington di influenzare l’Iran era limitata, in quanto non ha relazioni diplomatiche con Teheran.
Martedì, tuttavia, il Ministero degli Affari Esteri del Libano ha detto di aver ricevuto la notizia dall’ambasciatore iraniano in Libano che Zakka sarebbe stata rilasciata presto. Secondo quanto riferito, gli iraniani hanno deciso di rilasciare Zakka in seguito agli interventi personali del primo ministro libanese Saad Hariri e del presidente del paese Michel Aoun. Inoltre, ha detto l’ambasciatore iraniano, Zakka sarebbe stato rilasciato come “un gesto di buona volontà” durante Eid al-Fitr, una festività musulmana che segna la fine del Ramadan, il mese sacro islamico di digiuno. La dichiarazione ha aggiunto che il presidente iraniano Hassan Rouhani era “pronto a ricevere una delegazione libanese in qualsiasi momento per l’estradizione del prigioniero libanese Nizar Zakka”.

Iran libera prigioniero di origine statunitense – libanese

INTELLIGENCE |