Messico, pronto un piano per una pace negoziata nella guerra alla droga

Views

Il presidente eletto messicano Andres Manuel Lopez Obrador, presenterà il prossimo venerdì un piano per una pace negoziata che prevederà il carcere ridotto considerato che il paese negli ultimi 12 anni,  sta conducendo una guerra militarizzata contro la droga producendo migliaia di morti

Secondo quanto dichiarato da Olga Sanchez, ministro degli Interni proposto da Lopez, il concetto di “giustizia transizionale” fa parte della strategia di sicurezza integrale del governo che si è appena insediato; La giustizia transizionale comporta in genere clemenza per coloro che ammettono la colpevolezza.

Sanchez ha chiarito che “Non solo sarà l’amnistia, sarà una legge per ridurre il tempo di prigione, proporremo la depenalizzazione, creeremo commissioni per la verità, attaccheremo le cause della povertà, daremo borse di studio ai giovani e lavoreremo sul campo per tirarli fuori dalla situazione della droga”.

Sanchez ha annunciato che la nuova amministrazione, che entrerà in carica il 1 dicembre, si muoverà velocemente per riconsiderare le politiche sulle droghe e l’uso dei militari che, nonostante il rovesciamento di alcuni boss di alto profilo, non è riuscito a prevenire oltre 200.000 omicidi dalla prima adozione nel 2006.

Messico, pronto un piano per una pace negoziata nella guerra alla droga

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>