Marina Militare: Nave Ardito e Audace vanno in pensione, oggi la loro ultima navigazione

Views

Oggi ha preso il largo per il suo ultimo viaggio nave Audace (D 551, 1973-2006) diretta verso il sito di Aliaga in Turchia dove raggiungerà il cacciatorpediniere Ardito (D 550, 1973-2006).

Le due Unità Navali, vere icone di storia non solo della Marina Militare, per più di 35 anni di servizio hanno rappresentato un fiore all’occhiello del Paese,  in Italia e all’estero partecipando a numerose missioni operative in diversi bacini del mondo assicurando, al contempo, grande consenso e lustro alla Forza armata e alla Nazione.

Dopo aver lasciato il servizio attivo nel 2006, dopo oltre dieci anni di ormeggio alle banchine della base di La Spezia, a dicembre 2017 le due navi sono state cedute, a cura dell’Agenzia Industrie Difesa (AID), a mezzo  di asta pubblica internazionale in ambito Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), al cantiere turco Istanbul Shipyard.

Il fisiologico “avvio al riciclaggio” delle due ex navi della Marina Militare rappresenta certamente una perdita di un pezzo della nostra storia marinara, tuttavia la cessione al cantiere demolitore ha assicurato un afflusso di risorse per le manutenzioni sulle Unità Navali in linea della Marina Militare che saranno eseguite dagli  stabilimenti industriali nazionali.

Ad oggi, nei vari sorgitori della Forza Armata sono in attesa di avvio al riciclaggio e/o di concrete proposte di “recupero” per altri scopi  – quali le “musealizzazioni” – un numero sempre crescente di mezzi che vengono dismessi a causa della oggettiva vetustà.

A giugno ulteriori decisioni dovranno essere prese, quindi, per l’eventuale “avvio al riciclaggio”  di altre unità navali dal passato glorioso, simboli di storia della marineria e dell’industria navale italiana da molti anni in disarmo, che sono state spesso associate a progetti di musealizzazione.

La Marina Militare si è sempre espressa favorevolmente per questa soluzione ma al contempo è sempre stato chiaro che, non disponendo di risorse dedicabili a tale scopo, i relativi oneri di bonifica, messa in sicurezza, trasferimento ed allestimento museale debbano essere necessariamente a carico delle Amministrazioni/Istituzioni proponenti.

Purtroppo, ad oggi, la Forza Armata non ha ricevuto, per queste Unità dismesse, alcuna iniziativa finanziariamente e tecnicamente concreta e si è ormai giunti alla condizione per cui la Marina non può continuare a sostenere il loro mantenimento in condizioni di sicurezza, sottraendo risorse finanziare destinate alle esigenze delle Unità operative.

Approfondimenti

Il cacciatorpediniere Audace (D 551, 1973-2006), eponimo della classe di due unità lanciamissili con spiccate capacità di difesa aerea,  ha partecipato a numerosissime cicli addestrativi nazionali e alleati nonché alle più importanti operazioni reali svoltesi tra gli anni ’80 e ’90 del secolo scorso. In particolare si ricorda la partecipazione all’operazione “Libano 2” (febbraio – aprile 1984) in supporto al nostro contingente di pace da quel paese, alla operazione “Girasole” (aprile – luglio 1986) a seguito della crisi Italia-Libia, all’operazione “Sharp Guard” (novembre 1993 – giugno 1994), per l’applicazione delle sanzioni economiche e l’embargo delle armi decise dalle numerose risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nei confronti della Jugoslavia, alle operazione “Dinak” (febbraio – maggio 1999) e “Allied Force” (giugno-luglio 1999) condotte, rispettivamente in ambito nazionale e NATO, nel corso della cosiddetta “guerra del Kosovo”.

Il cacciatorpediniere Ardito (D 550, 1973-2006), seconda unità della classe “Audace”, è stata la nave di bandiera del gruppo navale composto dallo stesso Audace e dalla fregata lanciamissili Lupo che effettuò la 24^ circumnavigazione del mondo tra il luglio 1979 e il febbraio 1980. Intensa, anche per nave Ardito, è stata la partecipazione ad importanti esercitazioni nazionali e internazionali, nonché a operazioni reali. Tra queste vanno ricordate le già citate operazioni “Dinak” e “Allied Force” cui l’unità ha partecipato, rispettivamente, nel marzo e nel giugno del 1999.

Marina Militare: Nave Ardito e Audace vanno in pensione, oggi la loro ultima navigazione

Difesa, PRP Channel |