Salvini tra Open Arms, riti voodoo e incubo governo giallo rosso

Views

#Open #Arms è ancora nella rada di #Lampedusa e  dei  27 ragazzi fatti sbarcare ieri in quanto minori non accompagnati, 8  hanno poi dichiarato di essere maggiorenni.

Il più piccolo del gruppo avrebbe 14 anni, gli altri tra i 16 e i 17 anni. Il colpo di scena è avvenuto quando il responsabile del poliambulatorio dell’isola, Francesco #Cascio, ha visitato i ragazzi e certificato che le  loro condizioni sono buone. A questo punto per evitare ogni dubbio la Procura di Agrigento ha ordinato un’ispezione a bordo della nave. Secondo quanto si apprende dall’ispezione, riporta l’Ansa, non sarebbero emerse particolari criticità igienico-sanitarie da far scattare l’emergenza.

Nel frattempo il premier spagnolo Pedro #Sanchez ha annunciato di aver offerto il porto di #Algesiras, in #Andalusia, per lo sbarco dei migranti a bordo della nave Open Arms. “Ho indicato che il porto di Algeciras sia abilitato per ricevere OpenArms. La Spagna agisce sempre nelle emergenze umanitarie. È necessario stabilire una soluzione europea, ordinata e di supporto, che guidi la sfida migratoria con i valori del progresso e dell’umanesimo dell’Ue“, ha scritto Sanchez su Twitter.

Open Arms non ha accettato.

“Non abbiamo rifiutato l’offerta della Spagna, solo fatto presente che dopo 17 giorni in mare con 107 persone stremate e la situazione di emergenza a bordo non siamo in grado di affrontare 7 giorni di mare”, ha spiegato la Ong a proposito dell’offerta di un porto sicuro in Spagna.

La replica di  #Salvini su twitter: “La Ong spagnola rifiuta il porto offerto dalla Spagna! Incredibile e inaccettabile, organizzano crociere turistiche e decidono loro dove sbarcare??? Io non mollo, l’Italia non è più il campo profughi d’Europa“.

Anche la Francia si è detta pronta ad accogliere 40 migranti della Open Arms, riporta un tweet della France Presse.

Erano giorni che mancava il consueto video in diretta di Matteo Salvini su Facebook. Oggi il leader del Carroccio ha rotto il silenzio e da una probabile zona di breve vacanza ha detto (ha dovuto fare la diretta due volte, per il segnale debole della rete cellulare):  “Se qualcuno ha deciso ribaltoni e inciucioni allora lo dica ad alta voce. Se non c’è un governo la via maestra sono le elezioni. Altrimenti ci si risiede al tavolo e si lavora. Ma Renzi e Boschi sono il passato, non perchè lo dice Salvini ma l’hanno detto milioni di italiani in tutte le elezioni, Qua gli unici veri traditori saranno quelli che eventualmente dovessero tradire il voto popolare per riesumare mummie alla Renzi e alla Boschi. C’è chi sta lavorando per riportare nei palazzi del potere i bocciati dal voto. Che democrazia è questa? Non darò mai a nessuno la soddisfazione di aprire i portoni e far entrare Renzi e il PdO governo o voto, mai con Renzi o Boschi. Se qualcuno vuole regalare agli italiani un futuro fondato sul passato, sui porti aperti, sul jobs Act, sulla Fornero, avrà in me un avversario senza paura“.

I riti voodoo dell’ex assessore del Comune di Genova

Dopo il carcere evocato da Saviano un ex assessore, sinistra e ‘democratica’, del Comune di Genova ha dichiarato  al mondo che infilerà spilloni un un bambolotto con la faccia di Salvini. Ormai sono arrivati ai #voodoo”, ha scritto in un tweet Matteo Salvini in risposta a un post di una ex assessore comunale di Genova che ha pubblicato una foto con un bambolotto-puntaspilli con il volto del ministro dell’Interno.

Matteo Salvini!

Pubblicato da Italia Nazional Popolare su Domenica 18 agosto 2019

Salvini tra Open Arms, riti voodoo e incubo governo giallo rosso

EVIDENZA 3, ITALIA |