Serie B. Un terzetto al comando del campionato più imprevedibile di sempre

Views

Un serie B come non si era mai vista, guidata da tre squadre che nelle prime otto giornate hanno raccolto la “miseria” di 14 punti. Non era mai accaduto nel campionato cadetto. Basti pensare che il Frosinone, battuto senza alibi nel posticipo di ieri sera a Novara per 2-1, pur avendo raccolto un solo punto nelle ultime tre giornate di campionato (doppio ko in trasferta a Perugia e Novara intermezzato dal punticino raccolto in casa contro la Cremonese) guida ancora la classifica, in compagnia di Palermo ed Empoli. Palermo che pareggia in casa 1-1 nel big match del giorno contro il Parma al termine di una partita molto bella nonostante le molte assenze tra i rosanero a causa della nota problematica relativa alle convocazioni per le nazionali impegnate nelle qualificazioni al prossimo campionato del mondo di calcio previsto a Mosca il prossimo anno. Il Palermo resta l’unica squadra imbattuta della serie B e sabato prossimo farà visita proprio al Frosinone per un match che si annuncia infuocato. L’Empoli rimedia a qualche passo falso fatto nelle precedenti gare e battendo con un netto 3-1 il Foggia, si porta “accomoda” su un podio che ad oggi significa prima posizione. Se sul primo gradino i tre club appena citati si trovano piuttosto stretti, sul secondo che dista appena un punto la situazione è ancora peggiore nel senso che le squadre “costrette” a dividerselo sono addirittura quattro. Perugia, Cittadella, Venezia e Avellino.
Crollo del Perugia al Curi contro una Pro Vercelli capace di mettere a segno nelle ultime due giornate la cifra record di 10 gol. Finisce 1-5. Gli umbri, alla seconda sconfitta consecutiva dopo Brescia, perdono anche in casa dove viaggiavano a punteggio pieno e fanno saltare il cosiddetto banco delle scommesse fallendo la preziosa occasione di portarsi in testa solitaria alla classifica. Cade anche L’Avellino che dopo essere passato in vantaggio al San Nicola deve arrendersi sul difficile campo del Bari che si impone per 2-1 ed incamera tre punti importantissimi portandosi ad una sola lunghezza dagli irpini e due dalla vetta. Belle prestazioni e sopratutto punti d’oro per il duo veneto Cittadella-Venezia che compiono un grande salto avanti in classifica battendo rispettivamente il Pescara a domicilio con il risultato di 2-1 ed il Carpi sconfitto in laguna con un secco per 2-0. Un gradino sotto, a 12 punti, si sta molto più larghi e con il Bari di cui abbiamo già accennato viaggia a braccetto la Virtus Entella che ieri ha annientato con un pesante 3-0 un Brescia che si presentava a Chiavari con una delle migliori difese del torneo. Ad 11 punti, leggermente attardate rispetto alle previsioni iniziali, troviamo il duo emiliano Parma-Carpi reduci i primi come detto dall’ottimo pareggio di Palermo ed i secondi dalla inaspettata, almeno nel punteggio, sconfitta di Venezia. Il gradino più affollato della serie B è il primo della parte destra, quello delle squadre che hanno collezionato 10 punti. Ne troviamo ben 5 a pari merito: Cremonese, Pescara, Novara, Brescia e Spezia. Avendo già illustrato, pur sinteticamente, l’8ª giornata delle ultime 4 squadre, ci resta da parlare dei grigiorossi che mantengono l’imbattibilità casalinga ma rimangano per l’ennesima volta l’appuntamento con la vittoria ed in una partita “pazza” contro un interprete recidivo, quale la Ternana, impattano in casa contro i rossoverdi dopo uno spettacolare 3-3 ricco di capovolgimenti di fronti es autentica “suspance”. L’unica squadra a 9 punti è la Salernitana reduce dal l’ennesimo pareggio (0-0) di cui abbiamo abbondantemente parlato in un precedente articolo e maturato questa volta in casa contro l’Ascoli che di punti ne ha 8 ed insieme alla Pro Vercelli occupa ad oggi la posizione che significherebbe play-out. In zona retrocessione diretta, con 7 punti, che se vogliamo sono solo 7 di distanza dalle capolista, troviamo il trio Ternana, Foggia e Cesena.
GB
Foto: serie B conTe.it

Serie B. Un terzetto al comando del campionato più imprevedibile di sempre