Champions League. La Juventus soffre ma riesce a far suo lo “spareggio” con lo Sporting Lisbona

Views
   

La Juventus era chiamata al pronto riscatto dopo i passi falsi commessi in campionato contro l’Atalanta e soprattutto contro la Lazio che solo pochi giorni fa aveva sbancato l’inespugnabile Allianz Stadium, dopo oltre 40 turni di imbattibilità.
Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La vittima designata per l’occasione era lo Sporting Lisbona, una squadra da battere necessariamente per ritrovare la fiducia nei propri mezzi e per blindare il secondo posto nel girone dietro al Barcellona che come pronosticato, non perde un colpo.
Non recita però la parte della vittima sacrificale lo Sporting Lisbona che anzi dimostra di essere una squadra in possesso di ottime qualità tecniche, ma soprattutto di una forza e compattezza di squadra, difficili da riscontrare.
Passano addirittura in vantaggio al 12º del primo tempo i portoghesi grazie ad uno sfortunato autogol di Alex Sandro.
Gelson Martins calcia a rete, Buffon in uscita riesce a respingere ma la palla carambola sul corpo di Alex Sandro e finisce nella porta sbagliata.
La Juventus reagisce e dimostra la sua forza, ma per il gol del pareggio bisogna aspettare la solita magia di Pjanic che al 29º del primo tempo calcia una punizione da “favola” e regala ai bianconeri il gol del pareggio. La Juventus sembra liberarsi del timore di un nuovo passo falso e spinge con maggiore veemenza, ma la prima frazione di gioco si chiude sul risultato di 1–1.
Al rientro dagli spogliatoi la partita sembra perdere i ritmi con cui si era andati al riposo. Nulla di particolarmente eccitante da segnalare fino al 63º quando Higuain, abile a superare un difensore portoghese crossa al centro per Mandzukic che colpisce di testa ma trova l’anticipo di Piccini a salvare il risultato. Lo Sporting sembra riprendere fiducia ma è la Juventus a passare in vantaggio al minuto 84. Il neo entrato Douglas Costa confeziona per Mandzukic un assist irrinunciabile ed il croato batte di testa il portiere ospite Rui Patricio. Rimane il tempo per assistere ad altre sue nitide occasioni da gol, una per parte. All’88º Doumbia non riesce a raccogliere un cross proveniente da destra mentre un minuto dopo Higuain va vicinissimo al 3-1.
Finisce invece 2-1 con la Juventus che sale a 6 punti mantenendo inalterata la distanza dal Barcellona che guida a punteggio pieno e si tiene dietro lo Sporting che resta a 3 punti in attesa del match di ritorno previsto a Lisbona il 31 ottobre.

Marcatori
12º aut. A.Sandro (J), 29º Pjanic (J), 84º Mandzukic (J)
Tabellino:
Juventus (4-2-3-1): Buffon; Sturaro (84′ Douglas Costa), Benatia (46′ Barzagli), Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira (62′ Matuidi); Cuadrado, Dybala, Mandzukic, Higuain.
All: Allegri
Sporting Lisbona (4-2-3-1): Rui Patricio; Piccini, Coates, Mathieu, Coentrao (77′ Jonathan Silva); William Carvalho, Battaglia (87′ Doumbia); Martins (76′ Palhinha), Acuna, Bruno Fernandes; Dost.
All: Jorge Jesus
GB
Foto: repubblica