F-35 di Tel Aviv possono abbattere gli S-300 venduti dalla Russia alla Siria. Velivolo discusso ma “micidiale” per dominio aereo e tattico

Views
   

Attualmente il sistema missilistico S 300 in Siria non è ancora operativo poiché i russi stanno ancora addestrando l’esercito di Assad. Occorreranno alcuni mesi prima che i militari siriani riusciranno a far funzionare, in maniera autonoma, i nuovi e sofisticati sistemi.

Gli F 35 israeliani hanno la versione più avanzata della Lockheed Martin, l’ F-35 (Adir Joint Strike Fighter) che offre a Tel Aviv la possibilità di distruggere l’S-300 con relativa facilità.

Una delle capacità principali dell’F-35 è la soppressione (SEAD) e la distruzione (DEAD) delle difese aeree nemiche come l’S-300.

L’F-35 è come noto un velivolo di quinta generazione. Possiede uno Stealth avanzato, avionica integrata, fusione dei sensori e supporto logistico superiore, con il pacchetto di sensori integrati più potente e completo di qualsiasi aereo da caccia nella storia.

Lo stealth avanzato dell’F-35 consente ai piloti di penetrare nelle zone nemiche senza essere rilevati dai radar che, invece,  i normali caccia non riescono ad eludere.

L’F-35 è stato progettato pensando a tutta l’area della battaglia, apportando nuova flessibilità e capacità operativa agli Stati Uniti e ai suoi alleati.

Oggi nei conflitti moderni, denominati “netcentrici” dipendono da ogni singola capacità che va dall’attacco elettronico alla  furtività.  Una volta le missioni erano eseguite da aerei specializzati per ogni singola capacità. Combattimento aria-aria, attacchi terra-terra, attacco elettronico, intelligence, sorveglianza e ricognizione. Oggi tutte queste missioni possono essere eseguite solo da un gruppo di volo di F-35.

Le capacità avanzate di guerra elettronica (EW) consentono ai piloti dell’ F-35 di localizzare e rintracciare le forze nemiche, illuminare  i radar e interrompere gli attacchi con un’efficacia senza pari. L’avionica avanzata fornisce al pilota l’accesso, in tempo reale, alle informazioni dello spazio di battaglia con una copertura a 360 gradi e un’incomparabile capacità di dominare l’ambiente tattico.

I dati raccolti dai sensori sull’F-35 sono condivisi in tempo reale con i comandi di coordinamento e controllo in mare, in aria o a terra, fornendo una visione istantanea e ad alta fedeltà delle operazioni in corso. L’F-35 è un formidabile moltiplicatore di forza che migliora le operazioni congiunte e interalleate.

Il caccia F-35 è in grado di raggiungere obiettivi ben difesi e sopprimere, come detto, i radar nemici. Lo stealth a bassa osservabilità (VLO) dell’F-35 consente di entrare in sicurezza in aree dello spazio aereo nemico. La combinazione delle funzionalità stealth, della tecnologia radar attiva (AESA) e della capacità del velivolo di trasportare la sua intera componente di riserva di armi e carburante internamente consente ai piloti F-35 di ingaggiare bersagli a terra a distanze più lunghe di una volta, senza rifornimenti in volo frequenti.

I sensori, i sistemi di informazione e di armi integrati dell’F-35 offrono ai piloti un vantaggio rispetto ai potenziali velivoli da combattimento di prima linea. Rispetto ai caccia della quinta generazione come F-35 e F-22,  gli aerei precedenti  hanno una sezione radar più ampia (RCS), il che significa che possono essere più facilmente rilevati dal radar nemico. Nel combattimento aereo, gli aerei passati hanno opportunità relativamente identiche per rilevarsi e ingaggiarsi l’un l’altro, mentre un pilota da combattimento di quinta generazione può vedere prima gli aerei nemici e compiere un’azione decisiva e letale da una distanza considerevole.

La capacità di vedere e non essere visto sta ridefinendo le tattiche aria-aria della generazione precedente. Sfruttando i vantaggi della stealth, dei sensori avanzati e della fusione di dati che forniscono una maggiore consapevolezza della situazione del pilota, i piloti dell’F-35 possono volare missioni ISR critiche con una cattura dei dati più sofisticata di qualsiasi altro aereo da caccia precedente.

Gran parte delle capacità di guerra elettronica e ISR dell’F-35 sono rese possibili da un processore  in grado di eseguire oltre 400 miliardi di operazioni al secondo. Questo processore  raccoglie i dati dalla suite di guerra elettronica classificata, sviluppata da BAE Systems, per identificare le emissioni di radar e di guerra elettronica del nemico. Il  sistema di mira elettro ottico a otto sensori (EOTS) fornisce al pilota una copertura a 360 gradi, raccomandando quale bersaglio attaccare e se deve usare o meno  mezzi cinetici o elettronici per contrastare la minaccia.

L’F-35 ha la suite di comunicazioni più affidabile di qualsiasi aereo da caccia costruito, fino ad oggi. I componenti includono radar AESA, sistema di puntamento EOTS, Distributed Aperture System (DAS), Helmet Mounted Display (HMD) e Avionics di comunicazione, navigazione e identificazione (CNI). L’F-35 diventerà sempre più performante nel ruolo SEAD / DEAD col passare del tempo e presto verrà aggiornato con la piena capacità operativa Block 3F e le successive configurazioni di software e hardware del blocco 4.

Tel Aviv ha dichiarato che i suoi F-35 sono operativi da dicembre 2017 e ha recentemente firmato un accordo con Lockheed Martin per alcune modifiche secondo specifiche israeliane per portare la sua flotta di 50 aerei alla configurazione di Blocco 3F plus, entro dicembre 2021.

Anche senza la piena capacità del Blocco 3F, gli F-35 di Tel Aviv possono colpire con successo gli S-300 della Siria.

 

 

Category: EVIDENZA 2, MONDO