Gualtieri parla di manovra a Piazza Pulita. “Lega ha lasciato il conto del Papeete”

Views

Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri dallo studio di “Piazza Pulita”, ha parlato delle manovra economica lanciando frecciate alla Lega accusata di aver lasciato il conto del Papeete. Strano con non si scagli anche contro i grillini e il premier Giuseppe Conte visto che in quel governo c’erano anche loro. 

Progressività della imposte e blocco a condoni e flat tax per le partite iva sopra i 65 mila euro sono i punti argomentati dal ministro che ha anche ribadito che verrà sterilizzata la clausola  Iva da 23,1 miliardi del prossimo anno ma sarà anche dimezzata quella da oltre 28 miliardi del 2021. 

Altra misura è la spending review che dovrebbe portare nelle casse dello Stato circa 2 miliardi di euro. Una revisione della spesa che toccherà soprattutto enti e amministrazioni periferiche. Dovrà essere favorita la spesa  su tutto il territorio con la sola piattaforma digitale prevista per le Amministrazioni Pubbliche.  

Non ci sarà alcun taglio delle risorse alla scuola ma ci sarà una revisione della spesa pubblica costante negli anni grazie alla costituzione di una commissione permanente dedicata,  presso il dicastero di via XX Settembre

Per il capitolo tax expenditures, saranno rivisitati i sussidi dannosi per l’ambiente attraverso la modulazione di una fetta delle agevolazioni sulla base del reddito o dei pagamenti con moneta elettronica. Un’operazione che potrebbe confluire nel decreto fiscale destinato ad accompagnare la legge di bilancio.  Anche una revisione degli sconti fiscali e la rimodulazione dell’Iva, a vari prodotti commerciali, potrebbero essere inseriti in un decreto successivo alla legge di Bilancio. 

La prossima settimana dovranno essere decise anche le misure per reperire i 15 miliardi di coperture della prossima legge di bilancio, oltre la flessibilità che la Commissione Ue potrebbe concedere all’Italia. Gualtieri, già lunedì, nell’audizione in Parlamento sulla NaDef potrebbe chiarire alcuni punti in previsione del voto sulle risoluzioni sulla Legge di Bilancio prevista per il 10 ottobre. 

Nel frattempo il Cdm di ieri ha annullato la clausola taglia-spese sui ministeri prevista dalla correzione di luglio a garanzia dei risparmi da 1,3 miliardi da quota 100 e reddito di cittadinanza che dopo gli ultimi monitoraggi sono risultati effettivamente disponibili. 

Lunedì è ci sarà anche un nuovo incontro tra governo e sindacati che sono sul piede di guerra per le misure del taglio del cuneo fiscale e per la notizia  del super-ticket sanitario.

 

Gualtieri parla di manovra a Piazza Pulita. “Lega ha lasciato il conto del Papeete”

EVIDENZA 2, ITALIA |