Isis sbarca in India

Views

Lo Stato islamico ha annunciato l’istituzione di una nuova provincia d’oltremare nello stato indiano di Jammu e Kashmir. L’annuncio è stato fatto durante il fine settimana da Amaq, l’agenzia di stampa dello Stato islamico. Secondo il comunicato stampa, lo Stato islamico (noto anche come Stato Islamico di Iraq e Siria) ha nominato la nuova provincia “wilayah al-Hind” (provincia di Hind), e ha affermato di aver sede nella Valle del Kashmir a maggioranza musulmana, che si trova in una delle tre divisioni amministrative dello stato amministrato indiano di Jammu e Kashmir.

Il rapporto Amaq è emerso a seguito di uno scontro armato tra un gruppo di militanti islamici e forze di sicurezza indiane a Amshipora, un villaggio nel distretto di Shopian, che si trova ai piedi delle montagne dell’Himalaya settentrionale.

Almeno un militante islamista è stato ucciso nel confronto armato, che secondo le notizie sarebbe durato due ore. Le autorità indiane hanno identificato il militante morto come Ishfaq Ahmad Sofi e hanno dichiarato di aver giurato fedeltà allo Stato islamico. La dichiarazione di Amaq sosteneva che i militanti di Amshipora avevano “inflitto vittime” alle forze di sicurezza, ma la richiesta fu negata dal governo indiano.

L’agenzia di stampa Reuters ha parlato con Rita Katz, un’analista israeliana che dirige il SITE Intelligence Group negli Stati Uniti. Ha detto che l’annuncio di una nuova provincia dello Stato islamico “non dovrebbe essere cancellato”, ma ha aggiunto che “l’istituzione di una provincia in una regione in cui [lo Stato islamico] non ha nulla che assomigli al governo reale è assurda”.

Scrivendo nell’Asia Times di Hong Kong, Prakash Katoch, un tenente generale in pensione nelle forze speciali dell’esercito indiano, ha affermato che l’annuncio di una wilayah in India è stato il primo per lo Stato islamico. Ha avvertito che dopo aver annunciato una provincia nel Kashmir indiano, lo Stato islamico “potrebbe anche tentare di aumentare la sua presenza in altri stati indiani” con una significativa presenza musulmana, come il Kerala o il Bengala occidentale. Katoch ha osservato che “un certo numero di giovani uomini e donne del Kerala” era stato identificato come aderente allo Stato islamico nel 2016 e nel 2017. Molti di loro, infatti, si sono recati in Siria per combattere per il gruppo islamico sunnita, ha aggiunto.

 

Isis sbarca in India

EVIDENZA 1, INTELLIGENCE |