Libia. Ministra della Cultura: “sono stata assolta, Primo Ministro mi riabiliti

Views

Nessun motivo per impedire il mio ritorno a lavoro”

Sono stata arrestata dall’ufficio del procuratore generale attraverso una denuncia mendace presentata dal sottosegretario agli affari pubblici Khairi Randi che ha minacciato di coinvolgere un gruppo armato per arrestarmi ed espellermi dal Ministero e ha ripetuto l’uso della violenza verbale con me davanti a un gruppo di dipendenti, perché ho resistito alla corruzione del ministero e ho chiuso le porte ai profitti illeciti. Dopo le accuse che mi sono state attribuite, e dalle quali sono stata poi scagionata dal Comitato Ministeriale formato dal Presidente del Consiglio in occasione della 10a Riunione del Consiglio dei Ministri, si è giunti all’assoluzione per mancanza di prove di eventuali addebiti e quindi non c’è motivo per non tornare al lavoro”.

Lo dichiara in una intervista pubblicata da “Strumenti Politici”, la ministra della Cultura del Governo libico di Unità Nazionale Mabruka Toghi Othman, rivelando inoltre che durante la formazione del Governo Bashagha, ci sono stati contatti indiretti per un portafoglio ministeriale.

Parlando della disputa politica attuale in Libia, la ministra Toghi Othman ha indicato: “Spero che si dissolva e si raggiunga un’intesa politica che ci porti alle elezioni il prima possibile. E sì, all’inizio della sua formazione, c’erano dei contatti indiretti per un portafoglio ministeriale. Tuttavia, ora le mie priorità sono la riabilitazione a seguito della mia sospensione da Ministro e la riabilitazione deve avvenire attraverso la Presidenza del Governo per farmi tornare al mio lavoro al Ministero”. Rivolgendosi ai libici, Othman ha sottolineato che “la Libia è bellissima con le sue diversità culturali. Unità, Giustizia e Riconciliazione rinnovano la Libia. Dobbiamo sfruttare le lezioni precedenti e non entrare nello stesso dilemma e utilizzare l’esperienza locale e internazionale, dobbiamo condividere con tutti senza l’esclusione di alcun gruppo. Trattiamo la Libia con una mentalità moderna e non razziale”.

Libia. Ministra della Cultura: “sono stata assolta, Primo Ministro mi riabiliti

| MONDO |