Il primo ministro iracheno conferma al G7 la priorità nelle riforme economiche

Views

Il primo ministro Haider al-Abadi lunedì ha detto agli ambasciatori dei paesi del Gruppo dei Sette (G7) che il governo iracheno è seriamente interessato alle riforme economiche nel paese. Una dichiarazione del suo ufficio ha affermato che Abadi “ha tenuto una riunione questa sera, con gli ambasciatori del gruppo G7, l’ambasciatore dell’UE e i rappresentanti della Banca mondiale e del Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP).” Ha affermato che l’incontro “ha esaminato il rafforzamento delle relazioni con i paesi del G7 e il sostegno all’Iraq in tutti i campi, oltre a sottolineare che l’Iraq sta prendendo misure corrette nel processo di riforma e nello sviluppo delle sue capacità”.

Il governo iracheno è “serio nel suo continuo lavoro nella riforma economica del paese”, ha detto Abadi, aggiungendo che “l’Iraq sta attualmente lavorando con il World Economic Forum per coordinarsi per una mini conferenza di Davos in Iraq”. Abadi ha anche sottolineato l’importanza di accelerare i passi che “stimolerebbero l’economia irachena”, creando posti di lavoro e rimuovendo tutti gli ostacoli agli investimenti nel paese dopo la recente vittoria sul gruppo militante dello Stato Islamico (IS), secondo la dichiarazione. Le due parti hanno affermato l’importanza di lavorare per il successo della conferenza del Kuwait il prossimo mese e attirare investimenti e integrazione economica nella regione, ha sottolineato la dichiarazione. Gli ambasciatori e gli inviati hanno espresso il loro sostegno per i programmi di riforma economica in Iraq e hanno accolto con favore le misure adottate dal governo iracheno per attrarre esperti internazionali e aziende a investire in vari settori nel paese. L’incontro è avvenuto mentre le due parti si stanno preparando a partecipare alla conferenza internazionale del Kuwait per la ricostruzione dell’Iraq, che si terrà il 12-14 febbraio in Kuwait. Gli stati del G7 sono le sette maggiori economie avanzate nel mondo. Il gruppo è composto da Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti.

Il primo ministro iracheno conferma al G7 la priorità nelle riforme economiche

MONDO, PRP Channel |