Salvini, i ministri non li decide la Germania

Views
   

In Italia non scegliamo un ministro tedesco, belga o francese, è altrettanto chiaro ed evidente che i ministri che rappresentano gli italiani non devono necessariamente avere il gradimento dei tedeschi, dei francesi o di chiunque altro”. Lo afferma Matteo Salvini, segretario federale della Lega, uscendo dalla sede del partito in via Bellerio a Milano. “Noi non vediamo l’ora di cominciare a lavorare. Non faccio una questione di nomi e cognomi – dice ai microfoni di Sky Tg24 e davanti ai tanti giornalisti presenti -, ma di rispetto del voto degli italiani, spero che questa settimana finalmente si cominci. Noi siamo pronti, tempo da perdere non ce n’è”. Per Salvini “l’economia ha bisogno di risposte” eppure il nome di chi guiderà quel ministero resta il vero nodo in vista della formazione del governo giallo-verde, “c’è bisogno di interventi” sul fronte degli immigrati, “di messa in sicurezza del Paese. Speriamo che nessuno abbia niente da eccepire su nessuno di questi nomi che secondo noi rappresentano al meglio l’interesse degli italiani. Avere dei ministri che vanno in Italia, in Europa e nel mondo a difendere l’interesse dei cittadini italiani è un valore, un pregio, un orgoglio”. I nomi “li consegnerò al presidente del Consiglio che li discuterà con il Presidente della Repubblica. Secondo noi la squadra che deve partire  è quella che risponde ai sentimenti, alle necessità e alle speranze dei cittadini italiani.

Category: ITALIA, PRP Channel

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>