Trump in Asia per una serie di incontri, preludio di un conflitto?

Views
   

Il Presidente americano Donald Trump sta effettuando un lungo tour in Asia, dopo quello che aveva già fatto il suo Segretario di Stato Tillerson. Potrebbe essere un viaggio che annunci l’inizio di attività in profondità verso la Corea del Nord che ,di contro, si starebbe preparando ad effettuare un’altro lancio di missile balistico a lunga gittata. Nessun dittatore, nessun regime sottovaluti la determinazione americana: al via del suo lungo tour in Asia, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha lanciato un duro monito alla Corea del Nord. E ha detto anche che vuole incontrare il presidente russo, Vladimir Putin, per discutere di come affrontare la minaccia nordcoreana. Il presidente degli Stati Uniti e la first lady, Melania, sono atterrati alla base aerea di Yokota, vicino a Tokyo, nella mattinata ora locale. Ha fatto un lungo discorso alle truppe americane, pur senza mai citare la Corea del Nord. Trump ha detto che le forze armate americane sono pronte a difendere il Paese. “Nessuno -nessun dittatore, nessun regime, nessuna nazione- dovrebbe sottostimare la determinazione americana”, ha detto, parlando da un piedistallo, indosso il giubbotto dei militari americani. “Tutte le volte che nel passato, ci hanno sottostimato, non è stato un piacere per loro”. “Voi siete la più grande minaccia per dittatori e tiranni che cercano di predare persone innocenti”. E ancora: “Nessun Paese può rivaleggiare con le capacita’ militari americane” e le truppe americane “non vacilleranno di una virgola di fronte a qualsiasi minaccia”. Il Giappone è la prima di cinque tappe in Asia dedicato alla minaccia nordcoreana ma anche ai rapporti commerciali; seguiranno la Corea del Sud, la Cina, il Vietnam e le Filippine. Nelle ultime due tappe è prevista la partecipazione ai summit Apec (Asia Pacific Economic Cooperation) in Vietnam, e ai vertici Asean, la sigla che racchiude le economie del sud-est asiatico, e East Asia Summit, nelle Filippine. E proprio nel vertice Apec, il 10 e l’11 novembre prossimo, Trump potrebbe incontrare il presidente russo Vladimir Putin. “Speriamo di incontrarci con Putin. Vogliamo che Putin ci aiuti con la Corea del Nord. Le tensioni con la Corea del Nord per la crisi missilistica e nucleare del regime di Kim Jong-un, saranno il tema che Trump affronterà già a partire dalle prossime ore nei colloqui con il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, e poi in Corea del Sud, prima della tappa in Cina, dove il presidente Usa cercherà di convincere il presidente cinese, Xi Jinping, a maggiori sforzi per contenere Pyongyang. La Corea del Nord rappresenta “un grande problema per gli Stati Uniti e per il mondo”, aveva detto Trump, durante il volo, ai giornalisti in viaggio con lui sull’Air Force One; e gli Stati Uniti decideranno “presto” sulla re-inclusione o meno della Corea del Nord nella lista degli Stati sponsor del terrorismo. Dopo l’atterraggio, Trump si è recato al Kasumigaseki Courty Club a Kawagoe, una località a nord di Tokyo, dove ha incontrato il primo ministro giapponese, per una colazione ma anche una partita di golf. Quella di oggi è la seconda partita a golf tra Abe e Trump, che avevano già giocato un match durante la visita in Florida del primo ministro giapponese nelle prime settimane del 2017. Il viaggio di Trump, che si concluderà il 14 novembre prossimo, è la più lunga missione asiatica di un presidente degli Stati Uniti dal 1992, quando era alla Casa Bianca George H.W. Bush.