Putin e la vittoria “fuggiasca”, analisi del voto

Views

I russi sono impegnati per le elezioni presidenziali e dare a Vladimir Putin una vittoria da molti considerata fuggiasca, poiché un gran numero di elettori non prenderanno parte alle consultazioni a causa del risultato, troppo prevedibile.
I sondaggi danno Putin a circa il 70% rispetto al rivale fermo al 10%.  Un altro mandato lo porterà a quasi un quarto di secolo al potere: una longevità tra i leader del Cremlino, seconda solo al dittatore sovietico Josef Stalin.
Gli oppositori di Putin hanno affermato che i funzionari stavano cercando di gonfiare l’affluenza.
Molti elettori attribuiscono a Putin, ex 007 del KGB di 65 anni, la difesa degli interessi della Russia in un mondo esterno ostile, anche se il costo è lo scontro con l’Occidente.
La questione calda con la Gran Bretagna per le accuse al Cremlino di aver usato una tossina nervina per avvelenare un doppio agente russo in una sonnolenta cittadina inglese, negata da Mosca, non ha intaccato la sua posizione.
La maggioranza degli elettori non vede un’alternativa a Putin: ha il dominio totale della scena politica e la televisione di stato dà una copertura totale  di Putin e poco tempo ai suoi rivali.
Galina Zhukova, una pensionata, arrivò al seggio elettorale numero 1512 a Zelenodolsk, a circa 800 km (500 miglia) a est di Mosca, con suo marito, Alexei. Sono arrivati ​​subito dopo l’apertura delle porte.
“Abbiamo votato per Putin, le cose vanno bene per noi”, ha detto Alexei. “E non c’è nessun altro a cui votare,” disse Galina.
Una giornata di votazione tra gli 11 fusi orari della Russia è iniziata alle 2000 GMT di sabato sul confine orientale della Russia, nella città costiera di Petropavlovsk-Kamchatsky.
Lì agli elettori sono state consegnate piccole bandiere di plastica con lo slogan: “Adoro Kamchatka. Siamo i primi”.
Le votazioni dureranno fino a chiudere i sondaggi nel punto più occidentale della Russia, la regione di Kaliningrad sul Mar Baltico, alle 1800 GMT di domenica.

Un sondaggio del 9 marzo condotto da VTsIOM, sondaggista statale, ha dato a Putin, che è stato eletto presidente nel 2000, il sostegno del 69%. Il suo rivale più vicino, Pavel Grudinin, candidato del Partito Comunista, è solo il 7%.
Il primo politico da anni a sfidare il potere del Cremlino sul potere, Alexei Navalny, è stato escluso dalla gara a causa di una condanna per corruzione che secondo lui è stata fabbricata ad arte dal Cremlino.
Infatti sta chiedendo il boicottaggio delle elezioni, dicendo che è una farsa antidemocratica, schierando sostenitori per raccogliere prove di chi manipola il voto per gonfiare l’affluenza e il sostegno a Putin. Il Cremlino e le autorità elettorali dicono che ogni frode verrà cancellata.
In un discorso alla nazione trasmesso dalla televisione nazionale venerdì, Putin ha detto che gli elettori hanno in mano il destino del paese ed e’ per questo che devono andare a votare in massa.
Una bassa affluenza ridurrebbe l’autorità di Putin nel suo prossimo mandato, che, secondo la costituzione, deve essere l’ultimo.
“Non c’è intrigo, non vedo alcun motivo per me di andare alle elezioni”, ha detto Alexei Khvorostov, un residente di Krasnodar, nel sud della Russia.
Yevgeny Roizman, un oppositore del Cremlino che è il sindaco della città industriale di Ekaterinburg, ha detto che i funzionari hanno usato tangenti e incentivi per persuadere le persone a votare.
“Stanno mandando tutto il paese ai seggi elettorali”, ha detto Roizman, un raro esempio di funzionario eletto contrario al Cremlino, in un video blog. “È degradante … Non siamo pecore.”
Nella regione di Khabarovsk, sulla costa pacifica della Russia, i funzionari hanno consegnato ai seggi i rifornimenti di uova, piselli in scatola e luccio congelato. Sarà venduto agli elettori con uno sconto compreso tra il 10 e il 30 percento rispetto ai prezzi nei negozi locali.
“In questo modo speriamo di attirare gli elettori nei seggi elettorali e pensiamo di poter aumentare l’affluenza alle urne”, ha dichiarato Nikolai Kretsu, presidente del comitato del mercato dei consumatori nell’amministrazione regionale.
“Il secondo obiettivo è rafforzare la fedeltà verso le autorità”.

Putin e la vittoria “fuggiasca”, analisi del voto

MONDO, PRP Channel |