Scontri nel sito sacro di Gerusalemme tra Palestinesi e polizia israeliana

Views

Secondo quanto riportato su Reuters, alcuni testimoni hanno riferito che la polizia israeliana ha sparato granate sonore per disperdere i palestinesi durante gli scontri di domenica fuori dalla moschea di Gerusalemme al-Aqsa, dove decine di migliaia di fedeli musulmani si sono radunati per le vacanze di Eid al-Adha.

Una struttura medica palestinese ha affermato che sono almeno 14 i cittadini palestinesi rimasti feriti e che sono stati portati dalle ambulanze in ospedale per cure mentre la radio pubblica israeliana Kan ha riferito che quattro agenti di polizia sono rimasti feriti.

Gli scontri sono iniziati quanto nel complesso affollato fuori dal terzo sito più santo dell’Islam, i palestinesi hanno cantato “Con la nostra anima e il nostro sangue vi riscatteremo, Aqsa”.

Venerato dagli ebrei come Monte del Tempio, il sito di due templi ebraici biblici e dai musulmani come il Santuario nobile, l’area è uno dei siti più sensibili nel conflitto israelo-palestinese.

Nel tentativo di evitare attriti sul sito, la polizia ha vietato l’ingresso ai visitatori non musulmani, inclusi gli ebrei che intendevano fare un pellegrinaggio di Tisha B’Av, prima che scoppiassero gli scontri.

Il complesso è situato in una parte di Gerusalemme controllata da Israele nella guerra del Medio Oriente del 1967 ma che non ha ottenuto il riconoscimento internazionale.

Scontri nel sito sacro di Gerusalemme tra Palestinesi e polizia israeliana