SpaceX vince commessa miliardaria con Pentagono per lancio satelliti militari

Views

(di Francesco Matera) Quanto i privati possono contribuire alla sicurezza nazionale? Una bella domanda ma anche una prospettiva che può costituire la svolta per quei programmi i cui costi esorbitanti  non possono più essere sostenuti dai governi. Specialmente con la crisi economica in atto per via della pandemia da CoViD-19. Se il paese più potente e ricco del mondo, gli Stati Uniti di America si affidano a Elon Musk (SpaceX) e Jeff Bezos (Blue Origin) per lo sviluppo e la messa in orbita dei satelliti militari  vuol dire che il futuro è quello di affidarsi sempre di più alla PPP (Public and Private Partnership). 

E’ di poche ore fa la notizia che la società aerospaziale SpaceX di Elon Musk ha vinto una gara decennale per aggiudicarsi un contratto miliardario (da 4 a 6 miliardi di dollari)  quale fornitore satellitare per il Pentagono. A renderlo noto alla stampa direttamente l’USAF, l’Aeronautica Militare a stelle e strisce: “SpaceX si unirà alla United Launch Alliance (Ula) – joint venture tra Boeing e Lockheed Martin – per il lancio di circa 50 satelliti  programmati fino al 2027”. 

Il maggiore competitor della SpaceX nel settore è la società Blue Origin di Jeff Bezos, il fondatore di Amazon. Con la commessa appena aggiudicata Elon Musk supera Jeff Bezos nel settore e consolida la sua presenza tra le aziende più fidate e affidabili del Pentagono. I due colossi privati americani nel corso degli anni hanno investito molto  nel settore del supporto alle missioni aerospaziali, ai lanci satelliti militari e alle esplorazioni su nuovi pianeti. La prossima sfida è la Luna con la missione Artemis.

L’Agenzia spaziale statunitense ha selezionato tre società per sviluppare sistemi di atterraggio con equipaggio umano per le sue missioni lunari Artemis. Oltre alla SpaceX, ci saranno la Blue Origin e la Dynetics di Huntsville. L’orizzonte è il 2024, quando lo Human Landing Systems (HLS) prescelto fra i tre avrà il compito di portare di nuovo gli Stati Uniti sulla Luna.

Le grandi aziende  hanno capito che i governi d’ora in poi si affideranno  sempre di più al privato per conquistare l’egemonia nella nuova dimensione di confronto internazionale, lo Spazio. 

 

SpaceX vince commessa miliardaria con Pentagono per lancio satelliti militari