Speciale Difesa: 72° Stormo sempre più interforze, firmato accordo tra Esercito e Aeronautica per brevetto militare agli aspiranti piloti dell’Aves

Views

(Francesco Matera) È stato firmato oggi, 29 novembre 2019, dal Generale di Brigata Aerea Luigi Casali, Capo di Stato Maggiore del Comando delle Scuole dell’AM/3ª Regione Aerea, e dal Generale di Brigata Paolo Riccò, Comandante dell’Aviazione dell’Esercito, l’accordo tecnico per attuare una sinergia “interforze” nelle attività addestrative per il conseguimento del Brevetto Militare di Pilota di Elicottero (BMPE) a favore degli aspiranti piloti dell’AVES. Tale sinergia permetterà, grazie all’impiego di una aliquota di elicotteri RH-206C del Centro Addestrativo Aviazione dell’Esercito (CAAE), che verranno rischierati presso il 72° Stormo di Frosinone, di ottimizzare le capacità e le tempistiche necessarie per l’addestramento in volo del personale dell’EI. Nello specifico la collaborazione tra i piloti istruttori dell’Aeronautica Militare, responsabile del rilascio del Brevetto Militare di Pilota di Elicottero, e gli istruttori di specialità dell’AVES sarà garantita e strutturata con modalità addestrative standardizzate ed utilizzando gli assetti RH-206 forniti dall’EI.

I primi passi in seguito alle precise indicazioni del Dicastero: ….”Il sistema formativo dovrà essere ripensato prevedendo una forte integrazione organizzativa di tutte quelle attività che sono comuni alle Forze Armate…”, così recita un paragrafo delle linee strategiche del Ministero della Difesa, contenute nel “Libro Bianco per la sicurezza internazionale e la difesa”.  Esercito e Aeronautica non hanno perso tempo e il 4 aprile 2019 hanno stipulato una lettera di intenti per un importante progetto nel settore della formazione dei piloti di elicotteri, per la costituzione di una  Scuola di addestramento elicotteri a connotazione interforze.

Oggi, quindi presso il 72° Stormo di Frosinone, si fa sul serio con la firma di un accordo tecnico per gli aspiranti piloti dell’Esercito.

Il progetto, teso a soddisfare le esigenze addestrative di entrambe le Forze Armate, rappresenta un obiettivo condiviso dall’Aeronautica Militare e dall’Esercito Italiano per garantire una virtuosa riduzione dei costi, oltre che una maggiore sinergia nella condivisione di esperienze e progetti che miglioreranno l’efficienza e l’efficacia degli assetti ad “ala rotante” sempre più fondamentali nelle attività operative e addestrative al servizio del Paese.  

Il progetto, così come ha auspicato durante la firma della lettera d’intenti, il capo di stato maggiore dell’Aeronautica, generale Alberto Rosso è la “base di partenza per una più estesa impresa a livello Interforze, Interministeriale, Internazionale, oltre che un’opportunità per il Sistema Paese”.  

Il Capo dell’esercito, generale Salvatore Farina, a seguito della firma della lettera d’intenti ha evidenziato come “la cooperazione interforze rappresenti un valore aggiunto che rende le Forze Armate un sicuro punto di riferimento per il Paese…

Il 72° Stormo di Frosinone, grazie alla sua innata vocazione interforze, interministeriale ed internazionale poiché già forma i piloti di elicottero dell’Arma Azzurra, delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato, nonché frequentatori stranieri sarà sicuramente in  grado di fornire il necessario valore aggiunto all’intero processo di interforzizzazione nel campo della formazione dei piloti di elicottero.

La partnership strategica tra l’Aeronautica Militare e l’Esercito Italiano nel settore dell’addestramento al pilotaggio di aeromobili ad ala rotante rientra tra le linee programmatiche della Difesa per una sempre maggiore integrazione e collaborazione tra Forze Armate a supporto della collettività.

 

Speciale Difesa: 72° Stormo sempre più interforze, firmato accordo tra Esercito e Aeronautica per brevetto militare agli aspiranti piloti dell’Aves