Due potenti esplosioni devastato il porto di Beirut, ferito un militare italiano

Views

Al Mayadeen, una televisione locale, riferisce di “centinaia” di persone ferite, mentre Hamad Hasan, ministro della Sanità, riferisce di “un numero molto alto di feriti”, come riportato anche dalla Bbc. Il ministro ha anche ribadito che i danni provocati sono ingenti.

Lo Stato Maggiore della Difesa italiano rende noto che “Una forte esplosione avvenuta all’interno del porto di Beirut ha coinvolto un team della missione Unifil. Un militare italiano del contingente ha riportato lievi ferite. È stato lo stesso militare a informare direttamente i familiari sul suo stato di salute. Sul posto, in stretto coordinamento con le forze di sicurezza libanesi, sono intervenuti i soccorsi del Sector West di Unifil che stanno provvedendo all’evacuazione del personale. Sono in corso gli accertamenti da parte di Unifil e delle forze di sicurezza libanesi per accertare la dinamica dell’accaduto.”.

 

Sconosciute ancora le cause dell’esplosione, al momento gli unici indizi arrivano dai filmati amatoriali girati dagli abitanti e rilanciati dalle tv locali. Nei video si vede una grande colonna di fumo che si erge da un palazzo nella zona del lungomare. Tra la densa nube grigia compaiono lampi dovuti probabilmente alle esplosioni dei fuochi d’artificio stoccati nel capannone dal quale si pensa si sia generato l’incendio. Poi la violenta esplosione.

La Croce Rossa libanese ha riferito che ci sono decine di feriti, alcuni dei quali sepolti sotto le macerie, anche se non è ancora stato fornito un bilancio più chiaro delle conseguenze, così come conferme ufficiali sulle cause. Intanto, il presidente libanese Michel Aoun ha convocato per questa sera una “riunione urgente” del Consiglio superiore della Difesa.

 

Due potenti esplosioni devastato il porto di Beirut, ferito un militare italiano

| EVIDENZA 1, MONDO |