Ue preoccupata tensioni  Usa-Iran: “trattato Inf potrebbe concludersi già nel 2019”

Views

Oggi la dichiarazione a nome dell’Ue dell’Alto rappresentante dell’Unione europea per la politica estera e di sicurezza, Federica #Mogherini, sulla situazione del trattato sulle forze nucleari a intervallo intermedio (Inf).

L’Unione europea invita tutti gli Stati a sostenere l’integrità del sistema internazionale basato su regole con un multilateralismo efficace come principio chiave, indispensabile per mantenere la pace e la sicurezza internazionali, e si dice preoccupata che il regime internazionale di disarmo e di non proliferazione sia sottoposto a forti tensioni. Per questo, incoraggia gli Stati Uniti e la Federazione Russa a operare ulteriori riduzioni ai loro arsenali e gradirebbe un dialogo tempestivo e attivo sul futuro dell’accordo New Start post 2021. 

Tenendo presente il contesto di sicurezza serio e sempre più instabile, l’Ue sottolinea la necessità di preservare e promuovere ulteriormente i controlli generali sugli armamenti, i processi per il disarmo e la non proliferazione e chiede ulteriori progressi su tutti gli aspetti del disarmo e della non proliferazione per migliorare la sicurezza globale. Secondo l’Unione, la fattibilità e l’efficacia degli accordi sul controllo degli armamenti, sul disarmo e sulla non proliferazione richiedono che tali accordi siano pienamente rispettati e applicati”.

In tale contesto, sottolineiamo l’importanza del Trattato sulle forze nucleari a intervallo intermedio (Inf) che ha contribuito in modo significativo alla sicurezza europea e ad una più ampia sicurezza internazionale negli ultimi 30 anni. Quasi tremila missili con testate nucleari e convenzionali sono stati rimossi dal suolo europeo e distrutti in modo verificabile, costituendo un contributo tangibile, da parte dei due Stati dotati di armi nucleari con i più grandi arsenali, all’attuazione dei loro obblighi relativi al disarmo nell’ambito del Trattato di non proliferazione nucleare (Tnp)“.

L’Ue preoccupata per gli sviluppi relativi al trattato Inf, che potrebbe concludersi il 2 agosto 2019.

Deploriamo la formalizzazione della sospensione da parte della Russia dei suoi obblighi ai sensi del trattato Inf il 3 luglio 2019. Invitiamo fortemente la Federazione Russa ad affrontare efficacemente le serie preoccupazioni espresse in merito allo sviluppo, ai test di volo e all’utilizzo del proprio sistema missilistico a terra 9M729 e le gravi preoccupazioni sollevate in merito all’inosservanza del trattato Inf. A tal riguardo, devono essere intraprese immediatamente azioni sostanziali e trasparenti per garantire il pieno e verificabile rispetto delle disposizioni del trattato Inf. I prossimi giorni rappresentano l’ultima opportunità di dialogo e di adozione delle misure necessarie per preservare questa importante componente dell’architettura di sicurezza europea“.

 

Ue preoccupata tensioni Usa-Iran: “trattato Inf potrebbe concludersi già nel 2019”

EVIDENZA 1, MONDO |